Il Blog di Giuseppe Previti

Breve storia del giallo in Italia:GUGLIELMO GIANNINI E GLI ALTRI

Esaminando il cammino del giallo in Italia quel che meraviglia è che se andiamo agli anni Venti vediamo che ci sono delle opere teatrali di chiara impronta giallistica, vedi La casa del parcco di Romualdi nel 1928 e Grattacieli di Giannini nel 193o, mentre il primo scrittore che debutta nei Gialli Mondadori è Alessandro Varaldo, nel 1931, con Il sette bello. Per inciso ricordiamo che erano anni non facili per che doveva scrivere, siamo in pieno ventennio e molte erano le li- mitazioni per chi toccava argomenti criminosi. Era praticamente impossibile parlare di delitti e nei drammi e nei libri, si ricorreva spesso all’espediente di far morire il colpevole e questo spesso appagava il censore.In altri casi si ambienta- va la storia all’estero e infatti...

Breve storia del giallo in Italia: Dal Grand Guignol al Teatro giallo

Ci fu un tempo in cui andava di gran moda il Grand Guignol.  Questo era in origine il nome di un Teatro parigino ma con il tempo l’aggettivo granguignolesco divenne sinonimo di macabro e cruento. Infatti vi si davano spettacoli fortemente violenti e anche macabri. Questa formula che attraeva ma anche atterriva viene insidiata dal dramma poliziesco. Il dramma poliziesco non cerca il brivido, lo può dare, ma non è essenziale  che lo dia. Il dramma poliziesco non  ti vuol portare alla disperazione, al terrore, come spesso veniva procurato nel popolo  che assisteva al Grand Guigol. Nel poliziesco  più passa il tempo e meno è il clima di terrore, piuttosto è una sfida che l’intelligenza di ognuno può raccogliere e che quindi fa la fortuna del...

Breve storia del giallo in Italia: il teatro e il giallo in Italia (1)

In Italia alla fortuna tra il popolo del giallo contribuirà sicuramente una serie di spettacoli in Teatro. Molte infatti le opere, per lo più straniere, rappresentate sui nostri palcoscenici con elementi di mistery e di suspense tipici della letteratura poliziesca. Varie compagnie da quella di Dario Niccodemi alla celebre Za Boom mettono in scena dei drammi di genere, ma il vero salto di qualità arriva negli anni Trenta con la Compagnia di spettacoli gialli diretta da Romano Calò. Calò era l’interprete ideale di un poliziotto dalla espressione impassibile, fredda,inquisitrice, che indagava su fatti criminosi sempre abbastanza intricati per risolverli sempre assicurando i colpevoli alla giustizia. Calò era un attore di indubbio valore, proveniva dalla...

Breve storia del giallo in Italia :Le regole per scrivere un giallo

Nel 1928 S.S.Van Dine pubblica una serie di regole a  cui ogni autore di gialli dovrebbe attenersi. Scrittore lui stesso, si riferisce al giallo come l’esempio tipico di un genere dove la logica, la deduzione sono elementi primari. Ecco quindi una storia che si deve leggere come un gioco, un gioco di abilità e ingegno ched coinvolge  il lettore e l’investigatore. Al lettore vanno lasciate le stesse possibilità che ha il poliziotto per risolvere il caso, tutti gli indizi, le prove vanno elencati, e in aggiunta il lettore non va mai ingannato. Ci ha lasciato le celebri 2o regole per scrivere un poliziesco. Un altro contributo importante venne fornito da una scrittrice che non  si limitava al genere giallo, Dorothy  Sayers e poi dal...

” DELITTO A CORPUS CHRISTI- Il salice rosso ” DI IVO MOTRONI- IBISKOS ED.CE

Oggi vogliamo ricordare un autore praticamente sconosciuto, Ivo Motroni, nato a Monsummano, la patria di un altro Ivo famoso Ivo Livi, in arte Yves Montand. I loro padri erano cugini, a entrambi i primogeniti fu dato lo stesso nome, poi ognuno ha avuto il suo destino. Per Motroni una carriera impegatizia, ma anche un grande amore per la letteratura, sino alla soddisfazione negli anni ‘9o della pubblicazione di Delitto a Corpus Christ-Il salice rosso. Corpus Christi è una cittadina nel Sud degli Stati Uniti dove si svolge una storia che ha per protagonista qun giovane e valente ispettore investigativo dell’F.B.I inviato sotto copertura in questa piccola città del Texas. Un nome abbastanza singolare per una località affacciata sul Golfo del Messico,...

Breve storia del giallo in Italia: I critici su fronti opposti…. (3)

Il fatto principale dell’affermazione controversa della letteratura gialla in Italia è stato senza dubbio  che la stessa negli anni ’30 e ‘4o non  ha mai  raggiunto una piena autonomia letteraria.  In molti il giallo è stato visto come un intrattenimento, un gioco, una sfida, ma la vera letteratura era considerata un’altra cosa. Anche uno dei punti di forza del grande interesse del lettore per i gialli, ovvero il confronto tra chi conduce le indagini e il lettore, messi sempre sul- lo stesso piano, era considerato un gioco di abilità e non molto di più. All’estero invece questa validità artistica venne subito riconosciuta, o quanto meno considerata degna di attenzione. Fu  un autore inglese, creatore del mitico Padre Brown,...

Breve storia del giallo in Italia: La critica contraria al giallo, ma non sempre …. (2)

Non tutti però erano contrari alla letteratura gialla.Ad esempio c’era un allora giovane autore molto determinato nel suo pensiero, Carlo Emilio Gadda, che dichiarava di voler costruire delle storie romanzesche   di alto livello narrativo ma che potessero  anche conquistare una grossa fetta di pubblico. E citava come esempio Conan Doyle che con il suo personaggio era arrivato a una espressività che lo faceva apprezzare anche dai palati più fini. Aggiungeva anche di non voler copiare Sherlock Holmes, ormai sin troppo conosciuto, ma chiaramente da tenerlo ad esempio come model- lo di scrittura atta a colpire e attirare la più vasta platea possibile. E che di questo insegnamento ne seppe trarre profitto lo dimostra un capolavoro, anche letterario, del...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui