Il Blog di Giuseppe Previti

” EGOCENTRISMO E SHERLOCK HOLMES “

Secondo un interessante intervento di Alessandro Piperno su La Lettura gli scrittori sono tutti egocentrici, probabilmente lo sono tutti gli artisti mi verrebbe da aggiungere. Si può  certamente concordare sul fatto che solo partendo da se stessi e dalla considerazione che abbiamo di noi stessi si può arrivare a giudicare il mondo esterno. E ci viene portato come esempio un certo…..Sherlock Holmes considerato uno degli esempi più lampanti di personaggi egocentrici. Ma in generale vorremmo aggiungere che buona parte degli investigatori, specie quelli privati, erano tutti ….legati al proprio io,  da Philo Vance a Nero Wolfe, e d’altra è tutta gente concepita con un cervello superiore alla media. Tornando a Sherloch Holmes le sue avventure ci...

AURORA NEL BUIO – DI BARBARA BARALDI—GIUNTI

Poliziotta assai stimata Aurora Scalviati un giorno è coinvolta in un conflitto a fuoco in cui rimane colpita alla testa mentre il suo superiore e compagno nella vita rimane ucciso.Quella che era una bravissima profiler, avviata a una grande carriera, vede cambiare la sua vita radicalmente, segnata nel fisico  e nello spirito. Soffre di un  disturbo bipolare che cerca di superare attraversi i farmaci e ricorrendo addirittura all’elettroshock. Rientra in servizio ma deve accettare il trasferimento in una tranquilla cittadina emiliana, ma qui le cose si paleseranno assai diverse, perché una donna viene uccisa, la figlioletta rapita, e del marito si sono perse le tracce. Su una parete della casa del delitto una scritta tracciata con il sangue recita ”...

” LA FORMA DEL BUIO” di MIRKO ZILAHY- LONGANESI

ggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggUna Roma insanguinata e impaurita da un mostro che è capace di dare ” forma al buio”. Le folli visioni di un misteriso killer si sostanziano in una serie di feroci uccisioni, e poi lui acconcia le sue vittime tarsformandole secondo la sue terribile immaginazione. Infatti il suo modo  di agire non è limitato allo scempio delle vittima, poi lui plasma i  corpi, li mette in posa, dando loro la parvenza di creature mitologiche. Semina la scena del  crimine di indizi che però nessuno sembra in grado di interpretare. Si ricorre allora all’opera del miglior profiler della questura di Roma, il...

” PRIMA DI DIRTI ADDIO ” DI PIERGIORGIO PULIXI- e/o

Con questo romanzo, Prima di dirti addio, Piergiorgio Pulixi arriva alla conclusione della saga sul poliziotto “cattivo” Biagio Mazzeo, protagonista di una quadrologia in noir, composta da Una brutta storia, La notte delle pantere, Per sempre. Dopo l’arresto del super-latitante Pagano, praticamente colui che ha in mano tutta la droga e tutte le finanze di tutte le cosche. Ovviamente la sua cattura scatena la lotta per la conquista della leadership criminale, con i cartelli messicani contro la criminalità organizzata calabrese. Pagani è un obbiettivo per molti, conosce troppe cose, e per penetrare nella catena di sicurezza che lo circonda la’ndrangheta decide di servirsi di Biagio Mazzeo. Questi è una persona cattiva come animo, un...

” COMMEDIA NERA N°1 ” DI FRANCESCO RECAMI- SELLERIO EDITORE

Un matrimonio apparentemente come tanti che piano piano si trasforma nella vessazione e nell’annullamento totale della personalità del marito . La coppia è formata da Antonio Maria, titolare di un’avviata sartoria,  e da Maria Antonietta, donna di prorompente bellezza. Ma quella che si poteva prevedere una unione felice si trasforma in un rapporto a senso unico,  dominato assolutamente dalla donna. Lei che nel frattempo ha fatto carriera in<< polizia, si rivela una persona assai determinata e forte, mentre lui sempre più remissivo e debole si riduce a chiudersi in casa dove svolge i lavori domestici, con lei che lo tratta come una pezza da piedi, umiliandolo al punto da portargli gli amanti in casa. Lui, vittima della sua claustrofobia,...

” LA RETE DI PROTEZIONE” DI ANDREA CAMILLERI- SELLERIO EDITORE

Anche Vigata paga il suo tributo alla notorietà e così il Paese è diventato il set di una canzone anni ’50 e per ottenere questo si sono cercati tutti i filmini amatoriali del tempo. Anche il commissario è circuito perché partecipi a questa carnevalata fuori stagione. Intanto molti si eccitano difronte alle bellis- sime attrici svedesi e tanti matrimoni vacillano, quello di Augello in testa… Tra i tanti filmini dell’epoca l’ing.Sabatello trova sei pellicole girate per sei anni di seguito nello stesso giorno e nello stesso modo, riprendendo  sempre lo stesso anonimo muro. L’ingegnere si chiede cosa significhi e gira il quesito a Montalbano che accetta la sfida e comincia a ricostruire quel lontano passato, che sembra tingersi di...

” IL GIORNO DEGLI ORCHI ” DI DIVIER NELLI- GUANDA

Un paese sui colli fiorentini, siamo ai giorni nostri. In una villa, un po’…trascurata, vive Aurora, bella, seducente, e senza alcuna  remora nei comporta- menti. Sa di essere molto bella e seducente, frequenta il lceo, si approfitta del suo fascino per dominare i compagni, ma non si perita anche si sedurre e sfruttare uomini adulti. Con i ragazzi si comporta come il gatto con il topo, li comanda a bacchetta, li domina giocandom sul sesso e tanta spregiudicatez- za. Con loro organizza piccoli furti nel liceo o piccoli ricatti per avere denaro da spendere in feste, in oggetti preziosi, vestiti,  cellulari sempre più sofisticati. Ma Aurora vuole sempre più soldi e così inizia a adescare con falsi account e false foto i pedofili ( c.d....


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui