Il Blog di Giuseppe Previti

” TRAPPOLA PER VOLPI” DI FABRIZIO SILEI- GIUNTI

Un delitto in riva all’Arno, siamo a Firenze all’alba del 3 luglio 1936, quando un uomo che sta recandosi a lavorare, quando fermatosi a un vespasiano scopre il cadavere di una donna elegantemente vestita e tutta macchiata di sangue. Presto arriva la polizia, con i suoi uomini il vice-commissario , il dottor Vitaliano Draghi, aria da ragazzino nonostante il tradizionale borsalino e il trench che fanno tanto…investigatore cinematografico. Draghi è al suo primo caso importante,, è un pò agitato, ma la sua agitazione aumenterà quando si scoprirà che la vittima è la giovane moglie di un potente senatore fiorentino, nelle grazie addirittura di Mussolini. Vitaliano è un giovane che sembra più adatto alla professione del letterato che non a...

” LE CHIAVI DI PLATONE” DI MARCO TEMPESTINI- BOOKABOOK

Un barbone, chiamato Platone in omaggio alla sua passione per il filosofo greco, viene trovato barbaramente ucciso sul LungoTevere, da un suo compagno. Questi,al secolo Edoardo Sciaccaluga, di nome Sigaro decide di tornare nel mondo normale, tutti questi uomini hanno ovviamente un passato, dopo che la§ polizia ha chiuso praticamente le indagini senza trovare alcuna soluzione.Lui vuole scovare chi ha ucciso il suo amico più caro, sente di doverglielo e così torna in superficie. Il fatto è che si diventa barboni per tanti motivi, non soltanto perché si precipita in miseria, il “rifiuto” del mondo è dovuto a tanti motivi, espiazione di una colpa,una grande delusione, perdita del lavoro, fine di un amore e altro ancora. Sciaccaluga è sceso nei...

” LE PAROLE DI SARA” di MAURIZIO DE GIOVANNI- RIZZOLI

Due donne, antiche colleghe in polizia, si parlano con gli occhi, sanno interpretare il linguaggio del corpo e le espressioni del viso , dalle quali Sara legge sulle facce la verità.Ma oltre che abilissime professioniste sono e restano due donne, hanno quindi  gioito e subito delle conseguenze dell’amore. Due colleghe, due amiche, due investigatrici abilissime e dai diversi destini. Per amore Sara ha cambiato completamente la sua vita, abbandonando marito e figlio per§ il suo capo, e quando questi si è ammalato si è dedicata esclusivamente a lui, lasciando il servizio e rinunciando a una vita propria. Morto lui ha dovuto anche sopportare la morte del figlio, travolto da un’auto, e che ha rivisto all’obitorio dopo trent’anni. Sara cerca...

” L’ESTATE DI MIMI'” DI LAURA VIGNALI- EFFIGI

Mimì Nisticò ,calabrese di origine,insegna diritto in in un istituto fiorentino ma il suo hobby è scrivere romanzi gialli, anzi il suo sogno è diventare un grande scrittore. Separato dalla moglie vive solo dopo una fugace relazione con una collega. Finito l’anno scolastico parte per la natia Calabria, progettando di scrivere quello che sarà il ” Romanzo della sua vita “. Si sistema nella sua vecchia casa, sotto do lui abita la zia ottuagenaria Felicia che sa tutto di tutti. Ora si occuperà del nipote anche se in maniera sin troppo ossessiva, rimpinzandolo di cibo e opprimendolo con i suoi discorsi. Nello stesso stabile vivono due ragazze assai seducenti che si interessano molto al professore. E in più ci sono tutte le vecchie conoscenze.Ma...

” LA SCUOLA DELLE DONNE” – DI SUSANNA DANIELE- SETTEGIORNI

Era uso nell’Ottocento che l’istruzione- specie per quanto riguardava le famiglie altolocate e borghesi- procedesse secondo schemi rigidamente precostituiti, con l’istruzione impartita, oltre che tra le musa di casa, in istituti privati o pubblici, con lo scopo di mettere gli allievi in condizione di avere un loro ruolo nella società civile. Se era vero che tutti dovevano saper “leggere,scrivere e far di conto” era anche vero che questo percorso didattico era assai difficoltoso per le bambine come del resto anche per chi apparteneva ai ceti meno abbienti, senza considerare che i bambini che vivevano in campagna dovevano svolgere molte incombenze a danno della frequenza scolastica. Una svolta importante si ebbe quando molte donne si...

” PER INTERPOSTA PERSONA” DI MONICA BARTOLINI- I BUONI CUGINI EDITORI

Una mattina di routine sembra attendere il maresciallo Nunzio Piscopo al suo rientro in caserma dal tribunale, quando la notizia dell’uccisione di un gioielliere nel suo negozio scatena il terremoto tipico di fatti del genere. Ma qui la storia si farà ancora più bollente perché l’arma che ha ucciso l’uomo appartiene inequivocabilmente al Maggiore Spada, comandante la locale Stazione dei Carabinieri, al momento irreperibile perché si è preso una mattinata libera per andare a provare la nuova moto. Ma la vicenda diventerà ancora più ingarbugliata, l’ufficiale ammette senza reticenze che l’arma del delitto è la sua, subito i suoi uomini fanno quadrato intorno a lui,il magistrato incaricato, una donna  sempre abbastanza acida,...

“IL GIOCO DEL SUGGERITORE” DI DONATO CARRISI-LONGANESI

Un a chiamata alla polizia nella notte, proviene da una famiglia che vive isolata in campagna, al telefono una donna spaventata, c’è qualcuno fuori della casa. Sta infuriando un grosso temporale e passeranno varie ore prima che la polizia arrivi sul posto.Sembra che sia sia successo qualcosa di molto grave in questa, nessuna traccia dei suoi abitanti, ma tanto, tanto sangue. La polizia per cercare di risolvere il caso ricorre all’aiuto di una ex-poliziotta specializzata nella ricerca di persone scomparse. Un bel giorno ha lasciato la polizia ritirandosi con§ la figlioletta in una località appartata in riva a un lago. Ma il fatto che il suo nome ,Mila, appare tatuato sul corpo di uno strano individuo fermato perché considerato l’autore...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui