Il Blog di Giuseppe Previti

” LE SPOSE SEPOLTE ” DI MARILU’OLIVA – HARPERCOLLINS

Vi sono donne sparite misteriosamente, spesso mogli i  cui mariti dicono di non saperne niente, un giorno non se le sono più trovate accanto, non le hanno più viste e basta ! Ma nel tempo, e non sempre, i loro corpi verranno ritrovati sepolti nella nuda terra, e questo grazie a un killer che prima di ucciderli costringe coloro che le hanno fatto sparire a rivelare dove le ha sepolte. E fa giustizia della giustizia ordinaria che ha sempre mandato assolti i colpevoli per mancanza di prove. Con questo suo procedere questa sorta di giustiziere finisce per rendere dignità di sepoltura alle vittime, ma le vendica anche di un giudizio non equo. Tre poliziotti raggiungono un paesino dell’Appennino bolognese, Monterocca, conosciuto come La città delle donne,, un...

” IL QUADERNO ROSSO ” DI MICHEL BUSSI – e/o

La storia di Leyli Maal, una donna del Mali, con tre figli.è certamente un condensato di fatti, personaggi, avventure varie. Vive in un appartamento alla periferia di Marsiglia, ha una collezione di civette ma la sua vera…collezione è fatta di misteri e di segreti. Leyli è ben inserita nella vita quotidiana, ha un lavoro, però a un certo punto la vita della famiglia è scossa dea una serie di delitti di cui sembra colpevole la bellissima figlia Bambi. Due delitti che presto si scopriranno collegati al racket dell’immigrazione clandestina in cui sono implicate organizzazioni spietate e senza scrupoli, guidate però da personaggi insospettabili, e spesso favorite,se non protette,dal silenzio delle autorità. Delle indagini si occupa l’esperto...

PIRANDELLO E IL GIALLO

Alcune considerazioni su Luigi Pirandello in margine alla preparazione di un convegno che l’Associazione del Giallo di Pistoia gli dedicherà sabato prossimo 19 maggio. Tra i tanti suoi figli che ne hanno cantato bellezze, fatti, e personaggi  Luigi Pirandello, quando parlava dei suoi corregionali siciliani diceva delle loro paure, delle loro insicurezza a cui rispondevano con un animo chiuso, appartato, persone che si accontentavano di poco purché però desse loro sicurezza e quindi erano inevitabilmente solitari, ” isole a sè”, rimuginando in se stessi il proprio dolore. Questo Pirandello lo affermò nel lontano 1931, in una commemorazione di Giovanni Verga, anzi arrivando a parlare di scrittori di “cose”   (inserendovi...

” SE LA NOTTE TI CERCA ” DI ROMANO DE MARCO – PIEMME

Il brutale omicidio di una donna nella propria abitazione ai Parioli sembra opera di un amante occasionale, uno dei tanti che la donna era solita frequentare. Ma il commissario Laura Damiani, tornata da Milano dopo l’ultima operazione di successo condotta nella città lombarda, a cui è stato affidato questo caso, la pensa in maniera diversa. Scopre dei  legami interessanti tra questo e altri delitti avvenuti nella capitale a danno di donne sole. Tra i punti di contatto tra i vari omicidi il fatto che tutte le vittime frequentavano un locale di incontri particolari nella zona dell’Eur. Se per i suoi superiori questo è un caso da chiudersi alla svelta e senza tanti clamori, la Damiani è di tutt’altro avviso e si infiltra come cliente nel...

” LA CHIAVE DI TUTTO” DI GINO VIGNALI- SOLFERINO

Ben tre delitti in poche ore sconvolgono Rimini.Le vittime un clochard, un giovane di colore, una spogliallerista, gli ultimi due con precedenti nel mondo della droga. Sembra che qualcuno voglia fare ” pulizia”nella città romagnola.Il caso è affidato alla bellissima Costanza Confalonieri Bonnet, vice-questore, ma lei sin da subito non crede alla pista razzista. E poi perché uccidere Viganò, un misterioso barbone, che ha preferito farsi torturare e uccidere, arrivando a ingoiare una chiave piuttosto che consegnarla ai suoi carnefici. Insieme alla Bonnet una squadra di vari elementi, dall’ispettore Appicciafuoco, dalle celebri citazioni, al ben poco intel- ligente sovrintendente Balducci e all’agente Cecilia Cortellesi, grande esperta di...

” FIRENZE MARE” DI SIMONE INNOCENTI- GIULIO PERRONE EDITORE

Firenze, città ” mai quieta”, città doppia, sfuggente, quasi in balia dei venti, mutevole, inafferrabile, sempre in bilica come quando si cavalca l’onda del mare, Si è estesa allungando sempre più i suoi confini via via che strappava sempre più terra a quello che è il suo mare, l’Arno il fiume della città. E c’è un di qua e un di là d’Arno, con una serie di ponti, molto illustri alcuni, che fanno da congiun- zione tra le due sponde. E ti immettono nei quartieri che sembrano tante isole. Chi vive a Firenze è  abituato a attraver- sarla e sembra quasi di andare per mare per giungere da un posto all’altro.E del resto chi frequenta questa città è quasi obbligato a ricordarsi delle acque che la circondano. Infatti...

ARTISTI MALEDETTI: BILLIE HOLIDAY : UNA VOCE TRAGICA

Billie Holiday nacque a Baltimora( secondo altre fonti a Filadelfia)il 7 aprile 1915 per morire a New York il 17 luglio 1959. Elleonor Harris ( o Fagan , il cognome della madre) prese il cognome del padre Clarence, mentre il nome Billie fu un omaggio all’attrice Billie Dove. Per Frank Sinatra era una delle maggiori voci della canzone, per molti è stata la più grande cantante jazz mai esistita. Ma a questo umanime e riconosciuto successo di artista non è corrisposta una vita altrettanto felice, e quindi la possiamo ben iscrivere a quel club di ” artisti maledetti” di cui spesso ci siamo occupati. TORMENTO E ESTASI La vita della Holliday è stata colpita da sofferenze continue, ma è anche vero che il suo mito d’artista è rimasto vivo...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui