Il Blog di Giuseppe Previti

FIORI, CIBO E CRIMINI – UN CERTO REX STOUT E IL SUO COMPARE NERO WOLFE- ARCHIE GOODWIN ( 2)

ARCHIE GOODWIN Personaggio nato dalla penna di Rex Stout, compare a fianco di Nero Wolfe nella serie a lui dedicata. Siamo nel 193o quando il corpulento investigatore acquista una vecchia grande casa a New York. Wolfe ha assunto nel frattempo un segretario, Archie Goodwin, uomo di gradevole aspetto, alto, aitante, nato il 23 ottobre 1912. Beve principalmente latte, non ama particolarmente gli alcolici, non ha molti hobby qualche volta va a caccia e a pesca. Ha invece una grande predilizione per il gentil sesso, che lo ricambia senza problemi. Si innamorerà riamato di una ricca ereditiera, ma non andrà mai oltre il fidanzamenti, preferisce vivere nella comoda casa insieme a Wolfe e al cuoco Frits Brenner, ha una stanza arredata con mobili di sua proprietà. Sul...

FIORI,CIBO E CRIMINI : UN CERTO REX STOUT E IL SUO COMPARE NERO WOLFE- NERO WOLFE-ARCHIE GOODWIN (2)

NERO WOLFE E’ un amico che ci ha accompagnati nel tempo, per l’esattezza è comparso nel 1934, Tutti ormai conosciamo quella enorme casa da cui non esce quasi mai, la sua vita si divide tra lo studio, la serra, la cucina. Tutti i detective hanno un qualcosa che li caratterizza, Nero Wolfe è caratterizzato dalla mole, lui sembra vivere mangiare ma gli piace il mangiare di grande  qualità, lo vedremo apprezzatissimo dai più grandi cuochi di tutto il mondo. Non gli interessa muoversi, a questo pensa Archie Goodwin. suo assistente, sua spalla, oltre ad avere anche il compito di raccontare i casi in cui via via si imbattono. Come i tanti personaggi più famosi del giallo  hanno finito nel tempo per assumere una propria fisionomia e passare quindi dallo...

FIORI, CIBO, CRIMINI: UN CERTO REX STOUT E IL SUO COMPARE NERO WOLFE (1)

Rex Todhunter Stout è vissuto tra l 1886 e il 1975, studia con buon profitto, è considerato un genio della matematica, legge molto, ma al momento di concludere lascia gli studi. Dopo vari tentavivi approda al mondo della letteratura, cominciando a scrivere racconti e recensioni. Sarà lunga la strada del successo, ma trovata la tranquillità finanziaria grazie alla realizzazione di un sistema bancario per le scuole, viaggerà molto e continuerà a scrivere. Il successo non sarà immediato, lui stesso si autodefinisce “abile nel raccontare, ma certamente non con l’avvenire del grande scrittore”. Nel 1934 cambia genere e pubblica il suo primo romanzo poliziesco, ” La traccia del serpente”, nel quale appare per la prima volta...

” La prima operazione della SQUADRA SPECIALE MINESTRINA IN BRODO” di ROBERTO CENTAZZO- TEA

Un ex-sostituto commissario e vice dirigente della squadra mobile, il suo nome è Ferruccio Pammattone. Un ex-sovrintendente della Scientifica, Eugenio Mignogna. Un ex-assistente capo all’immigrazione, Luc Merenda. Tutti in forza alla questura di Genova. Molte le cose che li accomunano : sono amici da una vita, si sono arruolati insieme nel 1975, sono appena andati in pensione per raggiunti limiti di età. Ma, altra cosa comune, alla pensione non vogliono abituarsi. Dopo tentativi più o meno estemporanei di passare il tempo, abituati come sono a alzarsi presto, stufi di ciondolare a vuoto, hanno finalmente una pensata. Potrebbero rimettersi subito in azione dedicandosi  alla soluzione di quei casi che durante il servizio, spesso per motivi di tempo,hanno...

“LA SCELTA DI SIGMUND” DI CARLO A.MARTIGLI – MONDADORI

Siamo a Roma nell’anno 1900, quando nel luogo più sacro della città, il Vaticano, avviene  non si sa bene se un duplice delitto o un duplice suicidio. Il vecchio papa Leone XIII è terribilmente scosso dal fatto, non vuole ordinare indagini ufficiali, né scaturirebbe uno scandalo che potrebbe travolgere la stessa Chiesa Allora, affidandosi alla giustizia divina per punire il colpevoile, vuole però assolutamente evitare che gli succeda al trono pontificio un uomo coinvolto in un tale crimine Allora chiama da Vienna il medico viennese famoso per le sue indagini sulla mente umana ,Sigmund Freud.Con i suoi metodi psicoanalitici gli viene chiesto da scoprire cosa si cela nell’animo dei cardinali considerati papabili. Sono tre, il camarlengo Luigi...

” MORTE IN SALA D’ATTESA ” DI MILTON PROPPER- POLILLO EDITORE

Milton Morris Propper, nato a Filadelfia nel 1906, esordisce giovanissimo e con grande successo nella letteratura gialla, a soli 23 anni, con La strana scompar- sa di Mary Young Aveva creato il personaggio di Tommy Rankin, un detective della polizia di Filadelfia, che poi comparirà nei quattordici romanzi che con cadenza annuale sino al 1943. Dotato di un uon stile narrativo Propper aveva avuto successo  con molti che lo avevvano paragonato a Ellery Queen , lui era un buon confezionatore di gialli classici , ma non mancava di uscire dagli schemi più tradizionali riservando qualche sorpresa ai suoi lettori. Ma alla lunga questi si stancarono perchè tra gli anni trenta e quaranta si era sempre più affermato il giallo d’azione, il c.d. hard boiled dove al...

” YSSA IL BUONO ” DI JOHN LE CARRE’- MONDADORI

Un individuo gracile e male in arnese, avvolto in un lungo cappotto nero. si aggira per Amburgo, e Melik, un  giovane immigrato turco, se lo vede capitare spesso tra i piedi.Dopo l’ 11 settembre anche la vita dei giovani musulmani in Germania non è delle migliori, lui è una promessa della boxe ma è ancora in attesa di regolirazzare la sua posizione nel paese che lo ospita e quindi non vuole mettersi nei guai.Ma sua madre, Lejla, considera un loro dovere aiutare un compagno di fede e così decidono di aiutare e ospitare il giovane straniero. Questi dice di chiamarsi Yssa Karpov e sarebbe un profugo ceceno fuggito da un carcere russo e entrato clandestinamente in Germania vuole studia- re medicina. Confida nell’aiuto del nchiere Tommy Brue,uno...