Il Blog di Giuseppe Previti

” CESARE L’ IMMORTALE” DI FRANCO FORTE – MONDADORI

Volendo erano tanti gli interrogativi che potevano accompagnare la morte di Giulio Cesare in quelle fatidiche idi di Marzo.Intanto si era presentato senza l’abituale scorta, quando tanti lo avevano avvisato che era in atto una congiura contro di lui ? Poi perché mai, Bruto e Decimo, gli uomini a lui più fede- li, avrebbero dovuto partecipare  al complotto ? Altra singolarità, quando il suo corpo venne portato via un lembo della tunica ne copriva il volto. Cicerone disse  che il dittatore non voleva far vedere le contrazioni del viso dovute al dolore per le ferite infittegli. Fatto sta che il corpo fu portato via dagli schiavi dell’imperatore appunto con il volto nascosto dalla toga. E passò molto tempo prima che il medico annunciasse che era...

“L’ULTIMO CLIENTE ” DI PIETRO CALICETI- BALDINI&CASTOLDI

Pietro Caliceti avvocato, consulente di Banche, di Fondi d’Investimento, di Società industriali, esperto in acquisizioni e operazioni internazionali, certa- mente uno dei maggiori esperti italiani del ramo. Con il suo primo romanzo ci presenta un protagonista l’avvocato Pugliatti che ogni giorno che passa vede che il suo studio legale non ha più lavoro e che le sue possibilità economiche calano a vista d’occhio. Troppo idealista forse, fatto sta che ha perso i clienti migliori, le grosse aziende, le grandi banche, mentre i clienti privati raramente sono puntuali nei pagamenti, ammesso che paghino. D’altra parte tutta l’Italia del 2013 è nella morsa di una grande crisi economica, il denaro circola con grosse difficoltà, le uniche...

” NOI CHE GRIDAMMO AL VENTO” di LORIANO MACCHIAVELLI – EINAUDI

Siamo nell’Aprile del 198o quando Stella lascia Basilea, dove lavora all’Università, per tornare in Italia, dove deve recarsi a Piana degli Albanesi, un paese in provincia di Palermo. Qui fa amicizia con Eva, una signora milanese da tempo trapiantata nell’isola e poi con Ditria e Vito. Ma probabilmente è un incontro voluto dal destino, le loro vite si erano già incrociate tanti anni prima. Ma per Stella tornare in quei luoghi è anche il modo di scoprire l’origine degli incubi che la tormentano da anni. Ma nella storia compare un altro personaggio, George Koocky u’miricano, venuto a Palermo per parlare con i capi-mafia. Misteriosi documenti, in pos- sesso della mafia d’America, se portati alla luce potrebbero far crollare la...

” SBIRRI E PADRETERNI” DI ENRICO BELLAVIA – LATERZA

Questa storia potrebbe cominciare con l’introduzione del carcere duro e con l’applicazione del 41bis, quando si è formato un gruppo nutrito di collaboratori di giustizia che però troppo spesso hanno fatto solo il loro personale interesse. In ballo il dominio, il potere, il denaro, e si è così formato una sorta di grande gioco, dove la posta è data dai quattrini, con cui tutto si può ottenere e manipolare. Una formula di potere che si perpetua nei secoli per fare sopravvivere il sistema e chi si trova ai posti di comando. E naturalmente non tenendo conto di quel che vorrebbe la gente. La verità è che Cosa Nostra come le altre mafie sono state sì combattute ma non hanno mai perso il mantenimento di un certo potere. Enrico Bellavia centra la...

SCRITTRICI E LETTRICI IN CERCA DI ….NUOVI BRIVIDI

Il Giallo è un genere maschile o un genere femminile ? In questa estate dove gli scrittori italiani stanno quasi tutti uscendo nelle librerie in questo giugno, in una singolare politica editoriale che sembra godere a restringere tutto in un paio di mesi al massimo, con  indubbia gioia dei ….portafogli dei lettori, ci si appas- siona appunto a quel dilemma. Sono usciti ultimamente romanzi gialli scritti da donne che hanno riscosso notevole successo e di pubblico e di critica.Fiona Barton, un passato da giornalista, ha pubblicato La vedova (Einaudi), ora appunto uscito in Italia, ma già salutato da gran successo in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. E’ un confronto tra due donne, l’una sempre in secondo piano rispetto al marito, si trova poi a...

” UN CAMPER PER IL MORTO ” DI MARCO VANNINI- STAMPEDITORE

Due ingegnose ragazze-squillo girano la Toscana in un camper trasformato in alcova per la gioia dei loroclienti.Ma la loro vita cambia quando un cliente muore durante un amplesso. Lo riportano nella sua macchina tenendo per loro il cellulare del deceduto. E proprio su questo cellulare si scatena tutta una vicenda che le ignare Brigitte e Simona provocano avendo fatto sparire il telefonino che non riescono oltretutto a usare. Sono in tanti a cercare questo cellulare, da una potente famiglia della camorra tenutaria dei soldi di  varie famiglie , i quali soldi erano annotati sull’apparecchio che funzionava da agenda, Improvvisamente il tenu- tario dei conti, l’economo dei vari clan, era scomparso, e quindi ora gli viene data la caccia cercando di...

” IL METODO DELLA FENICE ” di ANTONIO FUSCO- GIUNTI

Siamo in un novembre piovoso, alle prime luci dell’alba la questura di Valdenza è stata allertata da una telefonata anonima che annuncia la presenza di un cadavere  ai confini di un bosco fuori città. Tra i primi a giungere sul posto sarà il commissario Casabona che per problemi con la moglie si è trasferito negli alloggi della questura. Sotto un vecchio ponte è stato rinvenuto il cadavere di una giovane donna, qualcuno ha cercato di bruciare il corpo , molti gli indizi. Troppi  e troppo evidenti, qualcosa non convince il nostro poliziotto. Poco dopo il caso sembra addirittura risolto, il possibile colpevole è ritrovato annegato nella sua auto in fondo a un lago. Le vittime sono una giovane entraineuse straniera, e un pornoattore abbastanza famoso...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui