Il Blog di Giuseppe Previti

” LE BRIGATE DEL TIGRE ” DI STEFANO DI MARINO – d/books

Stefano di Marino è uno scrittore e un traduttore, uomo dagli infiniti interessi che lo portano a spaziare dal thriller al noir, dallo spionaggio ai libri di azione, di avventure, di genere horror ma anche di cinema e di genere western. Un’attività continua per varie case editrici, pubblicazioni sia cartacee che on line, usa vari pseudonimi. A tal proposito possiamo citare le serie de Il professionista, la serie Kost, la serie Jasmine, la serie Colleoni, ma va aggiunto che ha anche ottenuto un buon successo con romanzi gialli classici. Con Le brigate del tigre  siamo nell’anno 1913, l’Europa sta per vivere momenti cruciali della sua storia. I servisi segreti austro-ungarici affidano a un autentico genio del male e della criminalità, il...

” L’ESTATE DEI COMMISSARI E DELLE DONNE POLIZIOTTO” – LIBRI SOTTO L’OMBRELLONE

SiamoUn  in Agosto e si possono cominciare a tirare le somme sui titoli apparsi nelle librerie in questi ultimi due mesi e ormai abbastanza sperimentati alle prove….Ombrellone. D’estate si sa , o almeno così si dice, si legge di più, e quindi il responso del pubblico dei lettori  comincia a essere abbastanza significativo. Se ha fatto centro come sempre Andrea Camilleri con la centesima inchiesta del commissario Montalbano, L’altro capo del filo, si conferma ormai autore di valore assoluto Antonio Manzini  con 7-7-2007, l’ultima inchiesta del commissario Schiavone, ormai un beniamino per il pubblico. La Sellerio si con- ferma casa editrice sempre puntuale nelle varie proposte e questi due titoli lo confermano. Naturalmente nelle...

” GIALLO DI RIGORE ” – AA.VV.- IL GIALLO MONDADORI – EXTRA

Doppia indagine per il diavolo- di RICCARDO BESOLA ANDREA FRERRARI FRANCESCO GALLONE Un salto indietro nel tempo, il Milan di Gipo Viani e Nereo Rocco,, due truffatori di mezza tacca che tentano il colpo grosso ai danni dei giocatori rossoneri, un uomo trovato morto a San Siro, due indagini parallele…. Il lamento afono dell’anatra muta- di GIAN LUCA CAMPAGNA Il Latina a un passo dalla serie A, ma oscure manovre vogliono determinare il risultato della partita decisiva, all’opera gang spietate, due giovanotti, un calciatore e un delinquentello che fanno bingo ! La lettera nerazzurra – di LUCA CROVI La Milano nerazzurra, il suo profeta Peppino Meazza, una storia del 1028, la comunità carceraria di San Vittore che lo adotta da quando era...

” CESARE L’ IMMORTALE” DI FRANCO FORTE – MONDADORI

Volendo erano tanti gli interrogativi che potevano accompagnare la morte di Giulio Cesare in quelle fatidiche idi di Marzo.Intanto si era presentato senza l’abituale scorta, quando tanti lo avevano avvisato che era in atto una congiura contro di lui ? Poi perché mai, Bruto e Decimo, gli uomini a lui più fede- li, avrebbero dovuto partecipare  al complotto ? Altra singolarità, quando il suo corpo venne portato via un lembo della tunica ne copriva il volto. Cicerone disse  che il dittatore non voleva far vedere le contrazioni del viso dovute al dolore per le ferite infittegli. Fatto sta che il corpo fu portato via dagli schiavi dell’imperatore appunto con il volto nascosto dalla toga. E passò molto tempo prima che il medico annunciasse che era...

“L’ULTIMO CLIENTE ” DI PIETRO CALICETI- BALDINI&CASTOLDI

Pietro Caliceti avvocato, consulente di Banche, di Fondi d’Investimento, di Società industriali, esperto in acquisizioni e operazioni internazionali, certa- mente uno dei maggiori esperti italiani del ramo. Con il suo primo romanzo ci presenta un protagonista l’avvocato Pugliatti che ogni giorno che passa vede che il suo studio legale non ha più lavoro e che le sue possibilità economiche calano a vista d’occhio. Troppo idealista forse, fatto sta che ha perso i clienti migliori, le grosse aziende, le grandi banche, mentre i clienti privati raramente sono puntuali nei pagamenti, ammesso che paghino. D’altra parte tutta l’Italia del 2013 è nella morsa di una grande crisi economica, il denaro circola con grosse difficoltà, le uniche...

” NOI CHE GRIDAMMO AL VENTO” di LORIANO MACCHIAVELLI – EINAUDI

Siamo nell’Aprile del 198o quando Stella lascia Basilea, dove lavora all’Università, per tornare in Italia, dove deve recarsi a Piana degli Albanesi, un paese in provincia di Palermo. Qui fa amicizia con Eva, una signora milanese da tempo trapiantata nell’isola e poi con Ditria e Vito. Ma probabilmente è un incontro voluto dal destino, le loro vite si erano già incrociate tanti anni prima. Ma per Stella tornare in quei luoghi è anche il modo di scoprire l’origine degli incubi che la tormentano da anni. Ma nella storia compare un altro personaggio, George Koocky u’miricano, venuto a Palermo per parlare con i capi-mafia. Misteriosi documenti, in pos- sesso della mafia d’America, se portati alla luce potrebbero far crollare la...

” SBIRRI E PADRETERNI” DI ENRICO BELLAVIA – LATERZA

Questa storia potrebbe cominciare con l’introduzione del carcere duro e con l’applicazione del 41bis, quando si è formato un gruppo nutrito di collaboratori di giustizia che però troppo spesso hanno fatto solo il loro personale interesse. In ballo il dominio, il potere, il denaro, e si è così formato una sorta di grande gioco, dove la posta è data dai quattrini, con cui tutto si può ottenere e manipolare. Una formula di potere che si perpetua nei secoli per fare sopravvivere il sistema e chi si trova ai posti di comando. E naturalmente non tenendo conto di quel che vorrebbe la gente. La verità è che Cosa Nostra come le altre mafie sono state sì combattute ma non hanno mai perso il mantenimento di un certo potere. Enrico Bellavia centra la...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui