Il Blog di Giuseppe Previti

IL ROMANZO DEL GIORNO: IL GRANDE SONNO

Il 6 febbraio 1939 per le edizioni A.Knopf di New Yorh esce il romanzo di genere poliziesco The Big Sleep (Il grande sonno) di Raymond Chandler.
E’ stato considerato uno dei capolavori dell’hardboiled ed è nella classifica dei migliori cento romanzi del secolo. E’ il primo libro della
serie con protagonista il detective privato Philip Marlowe.
Il ricchissimo e anziano generale Sternwood, un magnate del petrolio, assume l’investigatore privato Philip Marlowe perché indaghi intorno
a un tentativo di ricatto di un certo Geiger, di professione libraio d’antiquariato. Il ricatto fa leva su una cambiale che Carmen, le figlia
minore del generale, ha consegnato a Geiger, e parlando con il generale Marlowe apprende che il marito della figlia maggiore Vivian è scomparso
da più di un mese. Marlowe accetta l’incarico e fa conoscenza con Vivian che vuol sapere i motivi della visita al padre.
Marlowe scopre che Geiger in realtà commercia in materiale pornografico. Marlowe lo segue e si apposta fuori della sua casa dove poco dopo entra
una donna, poi si sentono degli spari. Marlowe irrompe dove trova il cadavere di Geiger e una donna nuda e drogata che è Carmen.
Marlowe la salva ma poi avvengono altri delitti e Marlowe intuisce che dietro tutto questo c’è il proprietario del Casinò frequentato da Vivian.
Due i film tratti da Il grande sonno, l’uno con protagonista Humphrey Bogart, l’altro Robert Mitchum.

ANDRE’CAYATTE: è stato un regista, un o scrittore e un giornalista francese, nato il 3 febbraio 1909 e scomparso il 6 febbraio 1989.
Laureato in giuisprudenza iniziò a lavorare come giornalista, per poi passare al cinema, facendosi conoscere nel 1949 quando gira Gli amanti
di Verona ispirati al dramma scespiriano. Diventa famoso con Giustizia è fatta del 1950, un film che riguardava i rapporti tra la giustizia
e la morale, temi che ritroveremo in Siamo tutti assassini (1952), Prima del diluvio (1954) e Fascicolo nero (1955).Un capolavoro del genere
noir risultò Occhio per occhio (1956). Cayatte a seguito della delicatezza dei temi trattati fu oggetto di molte polemiche. Continuò a lavorare
sino agli anni Settanta ma senza particolari risultati.

JOSEPH COTTEN<: nato in Virginia il 15 maggio 1905 è deceduto il 6 febbraio 1994 si perde con lui un grande attore e in teatro e nel
cinema.Particolarmente importante fu il suo sodalizio con Orson Welles di cui fu grande amico e collega. Fu tra gli interpteti di
Quarto potere, in cui raffigura un giornalista idealista.Lavorò anche con Alfred Hitchcock. I suoi pesonaggi furono generosi e crudeli,
buoni e cattivi,ma seppe sempre benraffigurare la normalità dell'individuo. Ebbe una carriera importante interpretando moltinfilm di suc-
cesso da Angoscia a Duello al sole, da Il peccato di Lady Considine a Il ritratto di Jennie(miglior attore al Festival di Venezia).
Altro film memorabile Il terzon uomo di Carol Reed, poi progressivamente diradò le sue apparizioni. In Italia ha lavotayo con Comencini,
Mario Bava, Umberto Lenzi e Sergio Martino.

BEATRICE CENCI.nata a Roma il 6 febbraio 1577 fu giustiziata l'11 settembre 1599 per parricidio ma poi divenne una eroina popolare.

GIUSEPPE PREVITI


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui