Il Blog di Giuseppe Previti

” COSE PER NON DORMIRE” DI ANDREA GAMANNOSSI-MAURO PAGLIAI EDITORE

In TURNO DI GUARDIA una sentinella che compie il turno di notte è alle prese con un gelo tremendo che gli penetra in tutto il corpo e per di più viene terrorizzato da uno strano figuro che sembra lo segua sempre.Poi c’è la storia di MADAME LORET
una bellissima strega che farà innamorare un tredicenne, che pur di averla non esiterà a uccidere. Ancora una bella ragazza che saluta i nonni e va alla stazione
per prendere il treno per New York, ma non arriverà mai a destinazione(UN TRENO PER NEW YORK).In MIO FIGLIO LARRY un uomo anziano e molto malato vuole a tutti i costi rivedere il figlio scomparso, e si illude di rivedere il suo volto in tutti gli uomini che incontra e questo lo porterà alla follia. Ne LE NOTTI DI AGOSTO una
piccola città è sconvolta da una serie di uccisioni di bambini che si protrarrà negli anni senza che la polizia trovi il colpevole. In CUBA LIBRE due sposini in
viaggio di nozze a Cuba pagherannoi cara la loro passione per i riti voodooo. In
OCCHI DI GIADA si parla di vampiri, ma per amore si può tutto….Protagonisti del
penultimo racconto una statuetta comprata durante una vacanza che semina morte e
paura (LA STATUETTA).Infine IL VECCHIO DELLA CASA DELLA COLLINA, una strana malattia colpisce una bambina e ben duro sarà il presso per salvarla.

Vicende limite quelle che racconta ANDREA GAMANNOSSI in COSE PER NON DORMIRE. Dalla sentinella in preda agli incubi alla strega che per mantenere l’eterna
giovinezza ammalia un ragazzino,dalla ragazza che prende un treno per New York
ma si troverà in un altro mondo a un uomo che uccide tutti gli sconosciuti che
incontra per riavere il figlio, e poi i riti voodoo, i vampiri,una statuetta che
semina morte e altro ancora.
ANDREA GAMNANNOSSI è autore di romanzi gialli e di noir, di thriller, di numerosi racconti, insomma un autore molto versatile che ha iniziato la sua carriera, ormai più che decennale, scrivendo dei gialli classici, con la particolarità di essere
tra i pochi a scegliere per le sue storie una ambientazione estera, quasi un omaggio alle origini del giallo. Poi ha continuato a scrivere passando al noir,
al thriller, è stato anche tra i primi a scoprire e lanciare il connubio tra giallo e cucina, scrivendo dei racconti e corredandoli delle ricette inserite
negli stessi.
Insomma un precursore dei tanti generi che girano intorno al giallo, qui ha
pubblicato una raccolta di nove racconti, sospesi tra horror e noir, tra realtà
e fantasia, descrivendo fatti che potrebbero anche accadere o che potremmo temere
che accadano in una proiezione agghiacciante della realtà non certo scevra di
pericoli in cui viviamo. Fatti e paure che tendono a insinuarsi nella mente di
ognuno, dando per scontato che ognuno ha le sue paure, magari senza rendersene
neanche conto. Del resto i protagonisti di questi racconti appaiono in molti casi
assai reali, padri premurosi, sposini innamorati, insomma gente comune, ma ci sono anche le streghe, gli zombi, gli stregoni, i pazzi. Allora finisce che il
confine tra ragione e immaginazione sia molto labile, le paure ci possono anche
divorare tutti, facendo di noi o delle vittime o dei mostri.
Scritto in maniera molto curata,mescolando alla suspense dei fatti una certa ironia, l’autore gioca con le nostre paure, le nostre irrazionalità, ma atten-
zione, tutto potrebbe essere molto più freale di quel che non ci sembri.
In questa raccolta GAMANNOSSI recupera il gusto dell’ambientazione anche esotica
o di più vasto respiro, ecco che tanti racconti si svolgono in altri Paesi oltre
i nostri confini.
In sintesi una immersione nel lato buio della cose, ” Cose per non dormire”recita
il titolo che ci sembra abbastanza azzeccato.

GIUSEPPE PREVITI


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui