Il Blog di Giuseppe Previti

” NOSTRA SIGNORA DEGLI ANELLI “- Racconti di Fantascienza- HOMO SCRIVENS ED.NI

Santi e Santità, luoghi sacri e profani, misteri religiosi e della fede, miracoli, l’Inferno, il Paradiso, l’Aldilà.Poi la Chiesa con i suoi poteri temporali e spirituali, poteri che
si estendono anche oltre il nostro pianeta. Nuovi passi avanti nella tecnologia e nella scienza, in più casi la Chiesa e la Fede si sentono sorpassati e messi in crisi.
Ecco un’antologia dove a una “supposta”realtà fatta di azioni e avventure si uniscono elementi di fantasia, teologia, religione, sopravvivenza, riflessione, mistero, antici-
pazioni sul futuro e ricordi del passato.

Quando si parla di fantascienza i dotti curatori dell’antologia Nostra Signora degli Alieni Walter Catalano e Gian Filippo Pizzo osservano che nell’immaginario collettivo
fantascienza è equiparata a un genere narrativo e di conseguenza televisivo e cinematografico, dove si legge, si vedono astronavi che solcano lo spazio, viaggi interplanetari,
alieni che scendono dallo spazio sulla terra.  Del resto la tendenza a valorizzare questo tipo di letteratura risale a un certo Giulio Verne….
Ma la fantascienza è ormai una forma letteraria  autonoma che vuole proiettare il presente in un  futuro più o meno immaginario e normalmente tra i temi che può toccare
c’è anche la religione che da sempre interagisce con l’uomo.E se noi consideriamo la fantascienza prodotto dell’illuminismo e del positivismo allora non può che essersi in-
teressata della religione, ignorando però la parte teologica.
In molti romanzi si parla di religioni del futuro, di falsi miracoli, di ribelli alla chiesa ufficiale,ma si parla anche di religioni extraterrestri, di cristianesimo,di crisi dello stesso.
Si parla in tanti racconti di religioni del futuro o di nuove religioni o di religioni fondate per opporsi alla sparizione della religione sin lì dominante.Certamente è importante che
la religione faccia parte della struttura portante di un  discorso che riguarda il funzionamento del pianeta Terra e non sia considerata alla stregua di un bene letterario di consumo. Non sono mancate le opere legate al cristianesimo con la considerazione che in molte realtà della terra è ancora vivo il  concetto del bene e del male, ormai insito nella
progenie umana. E’ altrettanto scontato che il tema religione venga sfruttato per criticarlo o satireggiarlo.
Insomma molte opere con l’implicazione religiosa e una serie di altre storie sul tema sono presenti nell’antologia curata da Catalano e Pizzo. Una esauriente raccolta, presenti
tanti importanti scrittori italiani che affrontano temi legati appunti a questi argomenti pur se non trascurano una certa impronta satirica toccando vari aspetti di quello di cui
la chiesa si occupa ma che spesso oscilla tra superstizione e falsa credenza prima di sfociare nella vera fede. E naturalmente non mancano accenni ai temi più fondamentali come
l’esistenza del Paradiso e dell’Inferno, quel che ci aspetta dopo la morte, l’Aldilà, i falsi miracoli, le >Apparizioni altrettanto miracolose. Ma si parla anche della Chiesa che cerca
sempre di imporre il suo potere nel tempo e nello spazio, con la Fede che spesso viene messa un po’ da partre.
“Racconti di fantascienza” recita il sottotitolo di questa raccolta di oltre trecento pagine, 14 racconti scritti da 15 autori(uno è scritto a quattro mani), una sola scrittrice nel folto
gruppo d’autori.
I centri-motore dell’opera sono il tema religioso e spirituale proiettato anche nel futuro e nello spazio, ma anche i problemi dell’oggi sul ruolo della Chiesa e del Papato.Una serie di storie con Dio che si fa uomo tra gli uomini pur sapendo che dovrà amaramente soffrire. Un elogio agli autori, certamente assai geniali e fantasiosi, e che si confermano “buoni
raccontatori di storie”. La Chiesa di oggi non sempre ne esce bene, con ad esempio una Sede che si dichiara Santa, ma che non sempre lo è. Una gestione economica al limite
della rovina e piena di scandali. E naturalmente non può mancare il diavolo che in questo clima di sfacelo sta rialzando la testa, ma poi ci sono altri essere malvagi nel cosmo, vedi i perfidi Trifidi. Ma le visioni sono le più disparate possibili, addirittura ci saranno degli alieni “cristianizzati” che salveranno la Chiesa di Roma.
Va aggiunto che questa bella fatica dell’inossidabile duo Catalano-Pizzo viene in un momento in cui sulla chiesa si appuntano molte storie con il Papa che cerca di umanizzarla
e renderla più giusta.
Tanti si pongono l’interrogativo sui limiti di una spiritualità poco e mal espressa, pur se è intendimento comune che la Chiesa arriverà a trionfare anche in pianeti più lontani.
Vi sono anche racconti sullo stile mistery e addirittura troviamo anche un curioso prelato stile James Bond, con la lotta agli Spectre di turno. Ma anche la vera spiritualità,il
vero concetto di religiosità non mancano nei nostri racconti.
Insomma una disamina di temi e concetti notevoli, notevole già nell’averla pensata e costruita, e altrettanto profonda per temi e qualità trattati ne espressi.

 

 

GIUSEPPE PREVITI

 

 

 

 

,ormai


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui