Il Blog di Giuseppe Previti

” LA NUOVA INQUISIZIONE” Redde Rationem- di CARLO LEGALUPPI- ALTER EGO

Questa vicenda inizia a Los Angeles nel 2017 quando due ragazzini attraversano correndo una grande strada nazionale finendo orrendamente straziati da un grosso camion in
transito. Sono due orfani fuggiti da un vicino istituto ma al detective incaricato delle indagini qualcosa in questa orribile morte non torna e esita a definirlo un incidente.
La scena si sposta poi a Milano dove ritroviamo il nostro Alex (Sir Alessandro Martini Miller) che viene chiamato al telefono da Melissa, che era stata il suo grande amore. Lei lo prega di raggiungerla a Palermo dove si trova con il fidanzato perchè non si sente al sicuro. In una spasmodica corsa contro il tempo, nel mentre cerca di raggiungerla e salvarla, una volta appurato che è stata rapita ,finisce per trovarsi coinvolto in una storia assai intricata con grossi e pericolosissimi riflessi internazionali e sulla pace< nel mondo. Con l’aiuto degli amici Carlo Lamberti , Cyrus Fox e Giorgio Niesin l’ex-capitano si trova al centro di un misterioso intrigo ordito da una sanguinaria e potentissima organizzazione, che vorrebbe sconvolgere i già di per sé labili equilibri internazionali.
Per Martini e Compagni sarà una battaglia continua, più volte lui e i suoi amici rischieranno la vita, ma alla fine riusciranno anche a sventare il folle piano tessuto da menti diaboliche, ma per Alex sarà anche l’occasione per ripercorrere la propria vita.

Carlo Legaluppi è uno scrittore toscano che non si occupa dei…fatti di casa nostra o per lo meno lo fa marginalmente; il suo interesse, in una storia sì di fantasia ma dai risvolti molto reali, è quello di ricreare storie di carattere universale, sotto molti aspetti realmente avvenute. Ad esempio nel suo primo libro L’ottava croce celtica  parte da alcuni avvenimenti realmente accaduti, come la strage del due torri in America, la guerra interna che per anni ha devastato l’Irlanda del Nord. Storie che oggi possono apparire anche risolte, ma che però per la tragicità e i loro riflessi internazionali sono ancora oggi di grande attualità, e certo tali vicende possono anche apparire non del tutto chiuse. O quanto meno, creato appunto il personaggio di un ex-ufficiale del Sas, ecco che nel 2016 l’autore inventa una nuova storia legata al passato di valoroso combattente del Martini. E questi poi torna protagonista in La morte viene dal passato quando dovrà tornare sul suolo irlandese per una nuova cruenta avventura. Anche in questo caso caso ci si richiama a fatti già avvenuti, come la strage del 15 agosto 199o in  territorio irlandese, e venendo ai giorni nostri sir Alex dovrà tornare a Belfast perché qualcuno sta uccidendo tutti i suoi ex-compagni d’arme che avevano vissuto con lui quel periodo.
Eccoci infine al terzo libro della serie La nuova inquisizione  che chiude la triologia e appunto per questo abbiamo voluto ricordare i due libri precedenti per inquadrare meglio il personaggio del protagonista.
Ancora una volta Legaluppi prende spunto dalla realtà come l’uso dei gas contro i civili,la pedofilia che ha sconvolto la chiesa, gli uccisi per avvelenamento, il fanatismo politico e religioso, i doppi giochi e i depistaggi dei servizi segreti.
Certo anche questa è un’opera di fantasia, molti fatti o molti personaggi sono di pura fantasia, ma la  Storia, anche la più recente, troppe volte ci ha fatto vedere che la realtà spesso supera la fantasia. Nulla di nuovo se si pensa alla storia del Mondo dove fanatismi e brama di potere troppe volte hanno preso il sopravvento in nome di oscure ideologie o di zeli religiosi.
Una serie di storie che hanno in comune il passato del protagonista, un sorta di James Bond dei tempi moderni.Quel che colpisce è che nonostante che il nostro autore dica che le sue storie non hanno alcun legame con personaggi realmente esistiti pur lo sgomento che lasciano in noi fanno pensare e anche temere che queste cose possono essere realmente accadute o potrebbero accadere ancora. Oggi si parla molto di quale futuro attende l’umanità, ma non ci si deve preoccupare del solo fattore ambientale e ecologico,ma anche di quanto di brutto e di malvagio possa realizzare la mente umana.
Ecco allora che al tempo di queste nuove avventure l’ex-capitano Martini, la sua antica fiamma Melissa tornano protagonisti, lei gli chiede aiuto e lo fa precipitare a Palermo mentre intanto in America due bambini, fuggendo da un orfanotrofio,perdono la vita.
Storie apparentemente diverse ma che faranno da prologo a una vicenda a tinte forti, dai molti protagonisti.  che l’autore sa far muovere al momento giusto. Un libro>
dove c’è molta azione,molta violenza, tanta malvagità, e quel che colpisce è il nessun rispetto per la vita umana.Intendiamoci, non è che sia un libro solo per palati forti,
tutto quello che vi viene raccontato può accadere in ogni momento, in ogni luogo dell’emisfero, qui c’è l’eterno confronto tra i buoni e i cattivi, ma a quel che si legge anche i….buono devono battersi se non vogliono soccombere.
Si può aggiungere che in tutti e tre romanzi vi è  l’omaggio più convinto e ripetuto all’amicizia, Alex e suoi compagni sono sempre pronti a battersi l’uno per l’altro,rischiando spesso la vita.Non per nulla il trio Alex,Carlo e Cyrus fa venire a mente il patto tra i moschettieri ….” Uno per tutti, Tutti per uno”.
Certamente Alex Martini ,alla stregua di un moderno James Bond, possiede la “licenza di uccidere”, ma lui e i suoi compagni si battono per il bene dell’umanità, per fare
giustizia e anche naturalmente perché riconoscono la sacralità della propria amicizia.>>
Comunque non tutto, in questa riuscita triologia, è sangue e violenza, l’amore, il romanticismo,il gusto del bello non mancano, come pure una certa ironia, il che rende la
lettura sempre piacevole e scorrevole.

 

 

GIUSEPPE PREVITI

 


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui