Il Blog di Giuseppe Previti

” I BASTARDI DI PIZZOFALCONE -CREAZIONE DI MAURIZIO DE GIOVANNI – 8.O5.2020

Ancora nel pieno del su che è New York. Ma ccesso del commissario Ricciardi Maurizio De Giovanni ebbe l’idea di creare un’altra serie ma non con un protagonista unico bensì con un gruppo di
protagonisti, ed ecco che nacquero Bastardi di Pizzofalcone.Chi sono ? Sono sei poliziotti assegnati a un commissariato  della vecchia Napoli in cui va ricostituito l’organico
visto che i loro predecessori sono incappati in una brutta vicenda di droga. Ma i nuovi arrivi sono stati scelti in quanto “segnati a a vista”, ovvero tutti con degli scheletri nel’
armadio e quindi destinati al fallimento come è destinato alla chiusura il loro commissariato. Ma chi sono mai questi poliziotti ? Li guida il commissario Palma, detto Gigi, una
brava persona, vorrebbe fare carriera, crede nella istituzione e vorrebbe anche credere in questi uomini. Poi Giorgio Pisanelli, ” Il presidente”, superstite del vecchio gruppo. è un buon poliziotto, ha un chiodo fisso, non crede…ai suicidi. Quindi l’ispettore Giuseppe Loiacono, ” Il cinese”, che cerca il riscatto da un’accusa che ritiene falsa. Quindi l’assistente
capo Francesco Romano, “Hulk”,un violento quando non è tranquillo e lo è raramente;poi la vicesovrintendente Ottavia Calabresi, “Mimmina”, una buona persona, ma anche
lei vorrebbe vivere; poi l’agente Alessandra Di Nardo, Alex,la figlia di un generale, dalla doppia personalità; e infine Marco Aragona, lui si autodefinisce “Serpico”, che sembra
…….ma forse non è quello che sembra.
Insomma ognuno con i suoi problemi, e non da poco, e proprio su questi personaggi De Giovanni  ha costruito una serie di  storie basate su di loro, ognuno magistralmente
descritto con i propri…fantasmi,  i propri sogni, le proprie illusioni, i tanti lati oscuri, ma anche la grande voglia di riscatto e di dimostrare chi sono, il che poi porterà al grande  riscatto di questo commissariato. E comunque va detto che il lato più poliziesco delle loro giornate si arricchisce con le singole storie personali, con i tanti contributi e i tanti in-
trecci.ha 
Un riferimento importante nella costruzione di queste trame e di questi personaggi va cercata nel rapporto che ha legato Maurizio De Giovanni allo scrittore americano  Ed McBain. Chi è Ed McBain ? E’ colui che ha saputo infondere linfa nuova al modo di scrivere gialli sin li basati su un solo protagonista.Con lui dal singolo individuo si passa a una indagine di squadra. McBain creò infatti l’87° Distretto, una immaginaria stazione di poli è zia in una immaginaria città, anche se appare evidente che è New York.Ma all’autore in tutti i racconti che descrivono  le gesta di Carella e soci non interessa la città in sé, ma il rapporto che lega i poliziotti e gli abitanti con la città stessa. E i poliziotti sono persone
normali, giovani,anziani, con famiglia, figli,introversi, rompicoglioni, violenti e pazienti, insomma gente comune in una città comune, e nel raccontare le loro storie, una parte è
dedicata al lavoro, ma l’altra alla loro vita quotidiana.
De Giovanni ha reso omaggio a McBain facendosi ispirare  dai criteri  da lui seguiti,  descrivendo dapprima degli uomini e delle donne, con le loro storie, le loro illusioni e delusioni,ma nello stesso tempo essendo dei poliziotti dando spazio alla loro abilità di investigatori.
La serie dei Bastardi è composta dai romanzi Buio, Gelo,Cuccioli,Pane,Nozze.

 

GIUSEPPE PREVITI


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui