Il Blog di Giuseppe Previti

” IL CASO DELLA MANTIDE” DI ANDREA GAMANNOSSI (MAURO PAGLIAI EDITORE)- 03-12-2021

Scandicci è scossa da una serie di feroci omicidi di cui si occupano il capitano dei carabinieri Amelia e i suoi uomini.Le vittime, tutti uomini, erano
frequentatori di un locale di incontri tra single, il Free Bar, frequentato da persone di ambo i sessi, che cercano incontri facili, senza particolari impe-
gni.Le vittime sono state sgozzate nel proprio letto dopo una notte di sesso con donne incontrate appunto al Free Bar. Una indagine che si presenta diffi-
cile visti i tanti personaggi coinvolti e il particolare ambiente frequentato.

Per la collana “Giallo & Nero>” della Mauro Pagliai editore è uscito Il caso della Mantide di Andrea Gamannossi, autore fiorentino di lungo corso, amante
del giallo classico, a cui ha improntato buona parte della sua lunga produzione letteraria, del resto iniziata nel lontano 2003 e praticamente mai venuta meno.
Curiosamente Gamannossi  aveva iniziato ambientando le sue storie in paesi lontani dall’Italia, ma poi ha focalizzato le sue storie su eventi….di casa nostra, oc-
cupandosi tra l’altro del Mostro di Firenze.
Si è dedicato anche al seriale,con protagonista un capitano dei carabinieri, Bruno Amelia, comandante la stazione di Scandicci. Appunto questo ultimo libro è
ambientato nella cittadina alle porte di Firenze, cosicché per i lettori esiste la possibilità di immaginare quello che sta avvenendo in luoghi a loro familiari, Luoghi che serviranno da scena a una serie di feroci delitti, che hanno come punto di partenza un locale frequentato da chi cerca incontri fugaci e senza impegno,il Free Bar, anche questo ispirato a locali esistenti nella zona.
Interessante il titolo che fa riferimento alla Mantide,ossia quell’insetto le cui femmine divorano il maschio dopo( o durante) l’accoppiamento. Sono animali che vivono preminentemente in posizioni genuflessa e che hanno il “vizio” di uccidere il maschio dopo l’accoppiamento E “Mantidi” sono state definite anche delle donne coinvolte in terribili omicidi, di cui a lungo si sono occupate le cronache.
Tornando al caso di cui si deve occupare il capitano Amelia, abbiamo appunto tre efferati omicidi ai danni di tre uomini che, dopo una notte calda,verranno tro-
vati morti sgozzati nel loro letto. Sarà una indagine complicata quella che dovrà affrontare, sotto tiro le tre diverse donne che hanno condiviso il letto con le
vittimr, sotto tiro chi lavora e chi frequenta il locale da cui tutto inizia, una clientela “particolare”, di cui l’investigatore dovrà accertare e sceverare posizioni,
vita privata, abitudini,frequentazioni .
Ma il romanzo non è soltanto “indagine”, la vita dei vari personaggi, sia buoni che cattivi, fa parte della storia che ci viene raccontata,ognuno ha una sua vita privata e questo rende più umane e più interessanti le varie figure.
Dialoghi scorrevoli, una struttura narrativa sempre più intensa via via che i delitti si susseguono, ma , ripetiamo, molti appassionanti sono i siparietti dedicati
alle varie situazioni familiari. E così il capitano Amelia, mentre da la caccia all’assassino, deve riconquistare l’amore della moglie, ultimamente un po’depressa,e,questo,almeno lo vogliamo anticipare, per la tranquillità dei suoi affezionati lettori, gli riuscirà….. Tutto quanto in attesa di un nuovo caso del capitano Amelia.

 

 

GIUSEPPE PREVITI

 


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui