Il Blog di Giuseppe Previti

” LA SETTIMA LUNA” DI PIERGIORGIO PULIXI- RIZZOLI- 12-06-2022

Il vice-questore Strega sta festeggiando in Sardegna con le ispettrici Croce e Rais la creazione di una squadra speciale investigativa sui crimi9ni seriali, quando il ritrovamento
del cadavere di una donna nel parco del Ticino, li obbliga a tornare precipitosamente nel Continente.
Infatti in queste terre paludose  viene rinvenuto il cadavere di una ragazza con le meni legate e una maschera bovina che le copre il viso.. Un macabro rituale che ricorda un
caso simile avvenuto anni prima in Sardegna, e di cui si erano appunto occupati Strega e le due ispettrici. I tre con l’aggiunta dell’ispettore Pavan si precipitano sul luogo del
fatto per collaborare alle indagini, ma principalmente per capire se esiste un imitatore che vuole “ripetere” quel rituale, oppure c’un qualcuno che vuole sfidare i tre poliziotti
riportandoli al loro passato., e

Su una terrazza di uno degli hotel più incantevoli della Sardegna il vicequestore Vito Strega sta festeggiando la nascita di una nuova unità investigativa che si occuperà di crinini
seriale insieme alle ispettrici Croce e Rais e all’ispettore Pavan., ma una telefonata dal Parco del Ticino li richiama alla dura realtà. E’ stato trovato il cadavere di una donna
sul greto di un fiume e la poliziotta che si occupa del caso nota nella scena del crimine delle analogie con un delitto avvenuto anni prima in Sardegna, e  di cui si erano appunto
occupati Strega e la sua squadra. Con il loro arrivo si intensificano le indagini, ma per i tre è anche un brusco ritorno al passato, specialmente preoccupato il vicequestore §
che sa quanto è costato tutti loro in stress e paura il caso precedente. Ma intanto andrà chiarito se i due casi sono soltanto simili oppure c’è chi li vuole coinvolgere volutamente
in una nuova sfida.
Come semprePier Giorgio Pulixi fa in modo che anche il lettore si senta coinvolto in prima persona nella  ricezione della storia che si snoda sotto i suoi occhi.La settima luna ci fa vivere un mondo variegato ricco di emozioni, suoni, profumi, sensazioni, e via via arriviamo a ssimilare il tutto.
Un caso da risolvere assai complicato, che comunque ricorda un qualcosa di simile accaduto anni prima.Livio Strege guarda nel suo passato,e questa per lui è una sorta di
maledizione, non può mai conoscere un momento di felicità, di tregua, subito il buio, la paura, il tormento si riaffaciano in forma di voci che chiedono giustizia e  che non gli danno tregua, E le stesse sensazioni  vengono trasferite al lettore. Quindi La settima luna non è solamente o sostanzialmente un giallo, è da una parte la storia di un delitto e di
come viene commesso, dall’altra è lo studio dell’animo umano, dal punto di vista dei vari protagonisti, e poi anche  dei singoli lettori.
Interessante è quindi il palcoscenico della prospettiva letteraria, qui l’autore ci racconta ciò che avviene dopo che una città sta acquistando notorietà, trash se vogliamo, ma
notorietà è, e allora seguiamo i comportamenti dei poliziotti, dell’assassino, della città stessa, che da un luogo tranquillo si trasforma in una sorta di circo mediatico.
Oggi non è facile colpire i lettori, raccontare storie non è semplice,i margini creativi sono sempre più ristretti, troppa tecnologia, troppa esasperazione. Altro problema è la
realtà stessa che spesso supera qualsiasi immaginazione e fantasia.
Piergiorgio Pulixi,  con una scrittura come sempre densa e concentrata, ci confeziona una storia che sa coinvolgere e in qualche modo sembra voler ribaltare alcune certezze,
ovvero e se fosse il killer a dar la caccia ai poliziotti ?

 

GIUSEPPE PREVITI

 

 


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui