Il Blog di Giuseppe Previti

Il caso dei cioccolatini avvelenati – Anthony Berkeley – I gialli del Corriere della Sera

Ci troviamo di fronte ad un giallo veramente spassoso. Sembra quasi una commedia, per la trama, per la struttura, per il ritmo e per il gioco di equivoci che ne deriva. Un circolo esclusivo del crimine – aspira a essere composto da 13 membri, ma al momento hanno superato le rigidissime selezioni soltanto in 6 – si riunisce periodicamente. Le gentildonne e i gentiluomini che lo compongono sono: Roger Sheringham, fondatore e presidente del circolo nonché protagonista di dieci romanzi di Anthony Berkeley, un avvocato famoso, una commediografa molto nota, una romanziera che meriterebbe un riconoscimento maggiore, il più perspicace scrittore di romanzi gialli, e infine un ometto anonimo e gentile che ancora si chiedeva, insieme agli altri soci, come fosse...

L’alibi di Scotland Yard – Don Betteridge – I gialli del Corriere della Sera

“Subito dopo aver ucciso Monckham, andai direttamente a Scotland Yard. Mi sembrava il posto migliore per crearmi un alibi.” Capita qualche volta che un incipit azzeccato imposti tutto il ritmo del romanzo. E qui accade proprio questo. È l’assassino che ci racconta la storia. Confessa subito l’omicidio, come vediamo, senza alcun preambolo e ci introduce alla vicenda. Non c’è da meravigliarsi che il narratore sia un po’ di parte! Vediamo l’assassino riempire di carbone il camino della casa della vittima per rallentare il raffreddamento del corpo, lo seguiamo fino a Scotland Yard dove chiede dell’ispettore Duncan, che scopriamo essere un suo buon amico, e siccome è assente, lo sentiamo rilassarsi all’idea che il sergente Newcombe con il...

La casa dei sette cadaveri – Jefferson Farjeon – I gialli del Corriere della Sera

Pubblicato per la prima volta in Inghilterra nel 1939 è stato poi pubblicato in Italia negli anni ’50 per Aldo Martello Editore con il titolo “La palla da cricket” nella collana “I Gialli del Veliero” e successivamente da Polillo Editore, nella Collana “I Bassotti”, edizione dalla quale è stata ripresa quella in edicola col Corriere della Sera. Si tratta di un giallo dal gusto un po’ retrò e vedremo perché. La trama ha un inizio quanto mai coinvolgente. Un ladro molto sfortunato e poco abile entra in quella che gli sembra una casa vuota. Dopo essersi rifocillato in cucina, comincia a guardare nelle stanze del piano terra ed una di queste, chiusa a chiave dall’esterno, gli riserverà una terribile sorpresa. Come si evince dal titolo, ben sette...

DOPPIO GIALLO – Bergamotto, gelsomini e Champagne E Gianluigi Ramazzini e il mistero dei fermodellisti suicidi di Laura Vignali – Edizioni Effigi

E’ uscito il 1 febbraio in concomitanza con il Festival del Giallo di Pistoia il nuovo libro di Laura Vignali per le Edizioni Effigi. Il libro è composto da due racconti lunghi, Bergamotto, gelsomini e Champagne e Gianluigi Ramazzini e il mistero dei fermodellisti suicidi e si avvale ancora una volta della collaborazione di Giusi Bartolini che impreziosisce il libro con i suoi disegni. Ma andiamo per ordine. In Bergamotto, gelsomini e Champagne Vincenzo, il calabrese protagonista della storia, si mette in affari con un amico d’infanzia di nome Tonino e insieme aprono un ristorante sul Golfo di Soverato. Poiché gli affari non vanno male, Tonino, lo spirito più intraprendente tra i due, dopo una vacanza in Tunisia, ha la geniale idea di aprire una...

Il treno della memoria – Racconti e pensieri sulla Shoah – Edizioni Atelier

Non è semplice affrontare il tema della Shoah per mezzo di racconti di fantasia. Un po’ per il comprensibile riserbo che si deve ad una delle più angoscianti tragedie del XX secolo, un po’ perché su questo stesso argomento sono stati scritti migliaia di libri, alcuni dei quali sono degli autentici capolavori di narrativa e di testimonianza. Ci prova “Il treno della Memoria – Racconti e pensieri sulla Shoah”, unendo dieci racconti firmati da undici autori (uno è firmato in doppio, come vedremo in seguito) e una serie di “foglietti”, riprodotti qui in originale, che riportano i pensieri dei visitatori della mostra “La persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia”, svoltasi lo scorso anno a bordo di alcuni vagoni in sosta...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui