Il Blog di Giuseppe Previti

” IL PONTE DELLE SPIE” di STEVEN SPIELBERG

Cast: Tom Hanks, Mark Rylance, Austin Stowell, Scott Sheperd, Will Rogers Spielberg ci racconta un episodio reale della guerra fredda, ma la storia gli serve per puntualizzare che non si può combattere il  Male commmettedo altro MaLe.Di questa teoria si fa strenuo assertore l’avvocato James Donovan chiamato a difendere ina spia russa, Rudolf Abe, a cui vuole assicurare un giusto processo. Ma le autorità, il Paese stesso non lo vogliono, siamo nel pieno della Guerra fredda, secondi anni cinquanta, e si chiede il massimo rigore nei confronti dell’accusato, cioè la pena di morte. I rapporti tra le due superpotenze sono a un punto di rottura, quando l’abbattimento in suolo sovietico di un aereo spia americano porta alla cattura di un pilota...

” IRRATIONAL MAN ” di WOODY ALLEN

Cast: Jamie Backley, Joaquin Phoenix, Parker Osey, Emma Stone, Meredith Hagner Woody Allen sempre più portato a  presentare dei personaggi ” estremi” per cui lui stesso è il primo a non avere simpatia. Come già per Cate Blanchett in Blue Jasmine, anche qui il protagonista è vittima di un suo atteggiamento sbagliato e troppo supponente, che lo porta a essere vittima di un mondo di ” precisine” che una volta soddisfat- te le proprie voglie lo abbandonano al suo destino. Irrational man è la storia di un professore di filosofia che giunge in una nuova università con la fama del grande intellettuale, ma anche dello sciupafemmine e dell’alcoliz- zato. In effetti l’uomo è vittima di una grande forma depressiva che lo porta a...

” FURY” DI DAVID AYER

Cast :Brad Pitt, Shia Laboeuf,Logan Lerman, Alicia von Rittberg,Jon Benthal,Scott Eastwood, Michael Pena, Jason Isaacs Don Collier (Brad Pitt), sergente che comanda un carrarmato, a un certo punto dice: “Gli ideali sono pacifici, la storia è violena “. Siamo nella Germania del 1945, si combatte ancora strenuamente, i tedeschi non si vogliono arrendere. A far parte dell’equipaggio arriva il giovane Norman (Logan Lerman), un dattilografo che dal lavoro di ufficio si trova sbalzato in prima linea. Lui, a differenza dei suoi cinici e spietati compagni, non vorrebbe uccidere e non capisce la gioia dei suoi compagni nell’essere così crudeli e violenti. Ma la pellicola di David Ayer ci vuole dimostrare che se gli ideali possono essere...

YOUTH (Giovinezza) di PAOLO SORRENTINO

Cast:Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Jane Fonda, Paul Dano, Roly Serrano     La camera di ripresa indugia  su un bambino, che è solo, che si esercita con il violino, come è sola la bambina che si mangia le unghie, come danza da sola la silenziosa massaggiatrice, mentre altrettanto solo è il divo del cinema (Paul Dano) che passa il tempo osservando la piscina dove troneggia un altrettanto solitario simil-Mara_ dona che galleggia nell’acqua. E ancora solo è il grande direttore d’orchestra, pur avendo accanto la figlia, altrettanto sola ora che è’ stata piantata dal marito., Circon- dato dai suoi garruli assistenti ma alla caccia dell’idea buona il grande regista si sforza  di scrivere il finale del suo libro,...

” SARA’IL MIO TIPO” di LUCAS BELVAUX

Cast: Emilie Dequenne, Loic Corbery Clément Le Guern è un professore liceale di filosofia che insegna anche all’università, ma  a Parigi è particolarmente conosciuto per aver scritto un libro che tutti dicono di aver letto: De l’amour et du hazard. Il caso come volano, come inizio di un amore, questo è il suo assunto. Lui che fondamentalmente è un intellettuale e quindi basa la sua vita sui principi appare tutto d’un pezzo, fermo sulle sue convinzioni, non è che conceda molto agli altri o ancor più alle altre…. Succede che il caso sconvolga le sue abitudini, da Parigi viene trasferito al liceo di Arras, un’ota e mezzo di treno, un anno di esilio, tre giorni alla settimana a Arras. Inizia così Sarà il mio tipo ?, titolo...

” IL RACCONTO DEI RACCONTI” di MATTEO GARRONE

Cast: Salma Hayek, Vincent Cassell, Toby Jones, Stacy Martin, Bebe Cave,Alba Rohrwacher,John C.Reilly,Guillaume Delaunay, Hayley Carmichael, Shirley Henderson. Il cortigiano poeta e scrittore  Giambattista Basile scrisse nel XVII secolo o forse sarebbe meglio dire raccolse per poi tradurle appunto in forma scritta Lo cunto de li cunti. Cinquanta storie riunite in cinque giornate, scritte in un napoletano arcaico che le fece diventare uno dei capolavori del barocco letterario italiano. Lo stesso Basile diceva che questi racconti non erano altro che delle fabie, o meglio dei ” castelli in aria”, perché la caratteristica di questi era di essere talmente inverosimili che piacevano proprio per questo distaccarsi dalla realtà. Garrone  si è sentito...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui