Il Blog di Giuseppe Previti

SCIASCIA E LA LETTERATURA GIALLA

Tra gli scrittori più celebri nel panorama letterario italiano Leonardo Sciascia è stato tra coloro che hanno nobilitato e adottato anche negli schemi narra- tivi il genere giallo. Basta ricordare vari suoi romanzi ( Il giorno della civetta, A ciascuno il suo, Il contesto, Todo modo, Il cavaliere e la morte, Una storia semplice) per trovare radici comuni a tanta letteratura di genere poliziesco come pure lo stesso Sciascia si esprime in numerosi  saggi dove si trattano vecchi fatti criminosi rimasti insoluti nel tempo. Si ricostruiscono allora con attenzione tutti i documenti d’archivio attinenti a un dato fatto con il procedimento tipico del racconto giallo. Sciascia dice che compito dello scrittore è di assumere un ruolo nella...

” PUNTAZZA ” di SIMONE INNOCENTI—L’ ERUDITA EDIZIONI

Una serie di otto racconti dove trovi i protagonisti più disparati,dagli scombinati ladri di Gratta e Vinci ai trafficanti di animali, da una suora assassina a un confidente della questura, da un osservatore di tir ai dela- tori per vendetta, da un uomo di successo alla sua prova più difficile e all’uomo che legge il passato. Storie nere. storie ora di violenza, ora di gelosie,ora di grandi amori, storie che comunque ti prendono e ti colpiscono. Certamente ci viene descritto un campionario della malvagità umana,ma non sempre,si parla anche di sentimenti, quelli più autentici. Tanti ritratti che in molti caso disegnano personaggi che sembrano come la maschera di se stessi, con il nostro autore che si diverte a evidenziare i lati più negativi,  anche se...

” LE VITE PARALLELE” -Un nuovo inizio per il commissario Casabona- di ANTONIO FUSCO- GIUNTI

Casabona torna in questura per sistemare le sue cose, ha fretta di tornare in ospedale dove la moglie sta per essere operata, lui ormai non intende più subor- dinare la vita di casa agli impegni d’ufficio.> Ma il suo vice storico Proietti lo informa che sono tutti mobilitati per un caso che ha sconvolto Valdenza, è stata rapita una bambina di tre anni. Casabona si sente spezzare il cuore colpito dalla foto della piccola e finisce quindi per restare al suo posto e riprendere la guida delle indagini. I primi sospetti si ad- densano su un giovane balordo, un tipo violento, uso alla cocaina,, ex-amante della piccola scomparsa. C’è un suo messaggio alla donna in cui la minaccia per essere stato abbandonato. Sembra quindi che il caso già si sia...

” LA BAMBOLA DEL CISTERNINO” di DIEGO COLLAVERI – FRILLI EDITORI

A Livorno viene trovata uccisa nel suo camper una vecchia prostituta, e la  visione del suo corpo fa venire in mente al commissario Botteghi episodi e volti della sua, tanto da trasformare le indagini sull’omicidio in un caso personale. Non riesce a venire a capo di nulla perché troppo coinvolto a livello emotivo, ma non molla neppure quando il questore gli ordina di occuparsi di un caso più importante, l’assassinio di un imprenditore edile autore di restauri nel centro cittadino, trovato morto nel parco di un’antica villa disabitata. La vicenda si fa sempre più oscura e complessa, è in azione un misterioso e spietato killer. Intanto si indaga( anche se Botteghi non dovrebbe occuparsene su ordine del questore)su un colossale traffico di...

” IL MISTERO DELLE ANTICHE ROTTE” DI ELENA TORRE- CAIRO

Una scoperta sensazionale a Pisa durante i lavori per riportare alla luce l’antico porto della città: nella stiva di un relitto romano viene trovata una antica nave egizia  dedicata a Iside. Una volta accertata l’autenticità del ritrovamento ci sarebbe da riconsiderare il legame fra il culto isiaco e l’impero ronano. Il professor Fiesoli dell’università di Pisa contatta il famoso argheologo John Cartridge, il quale visto l’immane compito che l’aspetta ricorre all’aiuto dei suoi fidatissimi e compentissimi amici nell’affrontare questa richiesta. Questo ritrovamento se confermato nelle sue aspettative segnerebbe un avvenimento archeologico di portata universale, e quindi Cartridge si fa...

” RONDINI D’INVERNO ” di MAURIZIO DI GIOVANNI- EINAUDI

Due cicli di  romanzi seriali, l’uno con protagonista il commissario Ricciardi, operativo nella Napoli anni Trenta, l’altro ambientato nella Napoli dei nostri giorni, I Bastardi di Pizzofalcone, storia di poliziotti di stanza in un commissariato di città. Questo e altro nell’attività di Maurizio De Giovanni. In libreria Rondini d’inverno, quando è appena passato il Natale e ci si avvia verso il Capodanno. Durante uno spettacolo di varietà di gran successo, sul palcoscenico il grande Michelangelo Gelmi, capocomico e protagonista, esplode come da copione due colpi di pistola contro la giovane moglie, grande soubrette dello spettacolo, Federica Marra. Prassi di routine durante la recita di una canzone sceneggiata, senonché nella fatale...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui