Il Blog di Giuseppe Previti

” LA STAGIONE DEI RAGNI” di BARBARA BARALDI -GIUNTI- 12.10.2021

In una notte d’estate del 1988, un fenomeno insolito viene vissuto da una ragazzo che passando in bicicletta sul ponte Vittorio Emanuele I° di  Torino vede che è completamente invaso da colonie di ragni con ragnatele che portano verso il Santuario della Grande Madre. Un evento prodigioso, che lui provetto fotografo immortalò con la propria macchina fotografica. Nel frattempo il magistrato Francesco Scalviati, sostituto procuratore a Torino, si è recato sul luogo di un efferato delitto avvenuto nei pressi di Pian del Lot, dove una coppia è stata brutalmente uccisa in un luogo solitario. Siamo al terzo feroce omicidio effettuato con la stessa tecnica, abbattimento a pistolettate dei due. in più alla donna veniva aspor- tata la milza. Un caso che...

” L’INATTESO” di LUIGI BICCHI – BETTI EDITORE – 11-10-2021

Si annuncia la primavera, qualcosa di nuovo si sente nell’aria e nell’atmosfera, come è tipico del periodo, e intanto il maresciallo Casati prosegue a Vescovado la sua vita e la sua attività. Tutto sembra perfetto sinché l’arrivo in Paese di un nuovo parrucchiere per signora sembra accendere nel maresciallo punte di gelosia con qualche scontro con Marisa, che magnifica le qualità del nuovo venuto. Ma intanto il maresciallo si deve occupare di un grosso furto di quadri importanti in una villa del vicinato, e per di più il maggiore Tursi gli impone di andare in ferie, ne ha un sacco arretrate. Si susseguono anche fatti nuovi. Si fa un suo vecchio compagno di gioventù Maurizio,  pilota di rally, che gli chiede di fargli da navigatore in una...

” NESSUN DORMA !” DI OSCAR MONTANI – EFFIGI- O5-10-2021

Maggio 2013, Don Sesto torna dopo un’udienza in Vaticano nella sua chiesa a Viareggio e convoca subito il consiglio della parrocchia. Sua intenzione dedicarsi ai frequenta- tori dell’Oratorio e evangelizzarli. Per questo chiede aiuto un po’a tutti, dai parrocchiani a personaggi eminenti della città e della finanza, per ottenere aiuti più sostanziosi.Al- la riunione sono presenti anche Corto e Ginko, don Sesto chiede loro aiuto perché ha subito il furto di tre antichi messali. La faccenda diventerà sempre più complessa, entrano in gioco pure una partita di fumetti dei primi del ‘900, e anche una  non meglio identificata raccolta di incunaboli del ‘400. Si tratta di raccolte assai preziose, Corto indaga sui libri scomparsi, ci...

” L’URANIO DI MUSSOLINI” di FRANCO FORTE e VINCENZO VIZZINI- MONDADORI- O2.10.2021

Siamo a Ragusa,anno 1934.>Il commissario Vincenzo Ibla, all’apparenza tipo scontroso e facile ad adirarsi, viene comandato in una caldissima giornata di luglio dal questore a recarsi presso le cave di Spaccaforno, un posto al confine tra le giurisdizioni delle questure di Siracusa e Ragusa. Qui è stato rinvenuto il cadavere di un uomo e Ibla deve li- mitarsi a constatare il fatto e passare  tutto a Siracusa, ma quando si accorge che la vittima è un suo carissimo amico e  ed ex-compagno d’armi Vittorio Borgia, ora miliziano fascista, decide di tenersi il caso e di condurre le indagini relative. Si pensa a un omicidio passionale, la vittima era un cacciatore di donne, ma ecco che piomba a Ragusa un funzionario fascista, viene da Milano e sembra...

” I DEMONI DI BERLINO” DI FABIANO MASSIMI – LONGANESI- 26-9-2021

Il 27 febbraio 1933  è una giornata invernale, che, come è d’uso a Berlino, è anche assai fredda. Ma sarà anche una serata che rimarrà nella  Storia. Infatti qualcuno sta appic- cicando il fuoco al Reichstag, il parlamento. Presto accorreranno sul posto Hitler e Goring, che incolperanno i comunisti come colpevoli del fatto, e Hitler chiederà e otterrà la proclamazione dello stato d’emergenza, e di li a poco vincerà le elezioni. Ma come si era arrivati a tutto questo ? Chi sapeva e non era intervenuto ?Chi aveva tentato di fermare il complotto ? Ebbene l’ex commissario di polizia  Sigfried Sauer, anche se all’epoca di questa storia si è rifugiato a Vienna lasciando la Germania, riceve la visita di Julian, un ex-collega, che lo...

” L’IMPRONTA DEL GATTO” di AUGUSTO DE ANGELIS- IL GIALLO MONDADORI- 15.09.2021

Una guardia notturna durante il suo giro notturno scopre un cadavere: la vittima, colpita da un proiettile in mezzo alla fronte, giace davanti al portone di un palazzo in cui risiedeva con la famiglia. Una famiglia di stranieri, venezuelani, molto ricchi, da vari anni trasferitisi nel nostro paese. Il commissario De Vincenzi vede subito che sarà molto dif- ficile “entrare” in questo ambiente che sente ostile. Ma avverte anche un qualcosa di torbido e di malsano in questo gruppo, tutt’altro che coeso. Ma il suo mestiere è di trovare gli assassini e quindi si mette all’opera. Presto scoprirà che i segreti sono tutti riferiti al loro passato, ricco di episodi oscuri e buona parte criminosi. De Vincenzi, ispirato anche da un… gatto che...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui