Il Blog di Giuseppe Previti

” ECHI LONTANI ” DI FRANCESCA BANCHINI SILVIA MANNELLI – PORTO SEGURO 28.03.2020

Dopo una breve malattia il maresciallo dei carabinieri in pensione, Giovanni Bottai, muore in ospedale davanti ai suoi cari, il figlio Giorgio, la nuora e l’adorata nipote Sara. Negli ultimi giorni di vita a volte è come se fosse stato scosso da lontani pensieri , mormorando anche con toni sempre più accorati ” La busta…la busta …” Dopo la morte del nonno Sara comincia a  mettere ordine tra le sue cose e tra le carte trova una lettera che incrina l’affetto e la fiducia che ha sempre avuto per lui.  Sara in quel periodo sta preparando la tesi di laurea con una ricerca su una dama fiorentina del Trecento ed è quindi sempre in giro per gli Archivi, ma la sua attenzione sembra§ ora rivolgersi a un altro tipo di ricerca, ovvero...

“ALICE E I GIOCHI PERICOLOSI” DI AMBRA PELLEGRINI libro/mania 27.03.2020

Alice, un tempo una grande passione per la danza, ma ora da anni ispettrice di polizia al commissariato di Campo.  Un carattere un po’introverso e non molto socievole riceve la inaspettata visita della sorella minore Gemma che viene a rifugiarsi da lei dopo l’ennesima rottura con un fidanzato un po’manesco e assai violento. In commissariato Alice lega poco con gli altri, ma sarà l’imprevisto arrivo della sorella a scombussolare la vita di Alice ma anche della cittadina.  Vanno insieme a una festa medievale , c’è anche Filip- po il collega di Alice, in aperta campagna, quando un ragazzo viene ridotto in fin di vita e la stessa Gemma improvvisamente scompare. I due poliziotti iniziano a indagare anche se i rapporti tra loro non sono...

” LEGAMI CRIMINALI” DI PINO CASAMASSIMA– ARMANDO EDITORE 24-03-2O2O

Siamo nel gennaio 1971,quando in un borgo sul Garda viene ucciso un uomo solo che vive solo, non aveva nemici, si occupava del suo orto e andava  a caccia, era atteso a una cena. Il maresciallo dei carabinieri Santiago che si occupa del caso non arriverà a nessuna conclusione e il caso resterà irrisolto. Ad un certo punto il libro cambia completamente scena, ci troviamo a Milano, nella redazione di un  giornale, nelle case di alti dirigenti bancari, in un covo di rinascenti Brigate Rosse, l’epoca è il 1998. Tanti i personaggi che s’incontrano e le cui storie si intrecciano,ma nel frattempo, oltre al rapimento del presidente di un istituto bancario, la polizia è alle prese con un serial killer che sgozza una serie di uomini in Italia e...

” FORSE HO SOGNATO TROPPO” DI MICHELE BUSSI- edizioni e/o- 23-3-2020

Eè la storia di una donna, hostess dell’Air France, Nathalie, 53 anni, ancora in servizio. Vive sulle rive della Senna a un’ora circa da Parigi. Il marito fa l’ebanista. ha due figlie grandi, Laura, sposata con due figli, e Margot, anni 18,che vive ancora in casa. Tre volte al mese vola in tutto il mondo, negli altri periodi si dedica alla famiglia e ai nipoti. A un certo punto del viaggio che sta compiendo per servizio, settembre 2019,una serie di coincidenze, sempre più numerose e inquietanti,la fanno ritornare indietro nel tempo, sta percorrendo lo stesso itinerario di venti anni prima, tre scali a Montreal, Los Angeles, Giacarta, quando appunto si era perdutamente innamorata di un giovane chitarrista.E ora le sta accadendo qualcosa di...

” PESCECANI”-Un’indagine del commissario Amos Mariani- Silva Editore- 22-03-2020

Parma Dicembre 1970, giorni di Natale.una donna  viene trovata uccisa nell’androne di casa. La città è piena di luci e di vita, ma per il commissario Mariani e il suo primo collaboratore Carlo Ferrari è giocoforza occuparsi del caso. Mariani sta vivendo un momento un po’ particolare, in parte avverte la nostalgia per i tempi andati, in parte la sua compagna sta partendo per la montagna e lui  sente la malinconia di restare solo, e quindi forse potrebbe anche  decidersi a andare da sua madre al borgo natio per ritrovare lei e i suoi cari. Ma l’indagine blocca questo flusso di pensieri, si rivela subito complicata, la vittima era una insegnante, ancora piacente, sembra che tra scuola, ripetizioni e vita sociale conoscesse un mare di gente, e...

” LE UNGHIE ROSSE DI ALINA ” DI CHRISTINE VON BORRIES- GIUNTI 21-03- 2020

Tornano le quattro amiche inseparabili, Valeria Parri, pubblico ministero della Procura di >Firenze, Monica Giusti commercialista, Erika Martini,ispettore di polizia, e Giulia Gori giornalista, A Firenze nelle acque di un torrente viene trovato il cadavere di una giovane donna dai lunghi capelli biondi e dalle unghie laccate di rosse.  Si scoprirà che era una prostituta ucraina, Alina,, ma le prime indagini fanno subito capire che non si tratta di una esecuzione per uno sgarro o di un regolamento di conti. Si aprirà infatti uno squarcio su uno scenario che porta alla Firenze bene, dove si è disposti a spendere cifre folli pur di avere un figlio, e quindi si arriva a un giro di cliniche di lusso e di gine- cologhi compiacenti e al commercio degli ovuli...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui