Il Blog di Giuseppe Previti

” IL RAGAZZO INGLESE” di LEONARDO GORI – TEA- 22.06.2020

Nell’aprile del 1940 ci sono ancora margini per evitare che l’Italia entri in guerra e c’è chi si batte per questo, anche ad alti livelli dello Stato.Il fatto è che l’Italia di Mussolini sembra perennemente in bilico tra la “non belligeranza” e l’ingresso in guerra a fianco dei tedeschi. Arcieri è a Firenze, in ferie,insieme ad Elena, che per le infami leggi razziali ha perso il lavoro all’università e anche la sua vita e i suoi beni possono essere in pericolo. Arcieri cerca così di assecondarla in ogni suo desiderio e così l’accompagna, sia pure controvoglia a visitare delle vecchie signore appartenenti alla comunità inglese fiorentina. Ma la visita è stata organizzata perché Arcieri incontri...

” IL CACCIATORE DI ANIME” di ROMANO DE MARCO – PIEMME- 19.06.2020

Angelo Crespi è stato uno dei più celebri poliziotti italiani nel fare la caccia ai serial Killer. La sua è stata una carriera straordinaria fino a quando ha dovuto affrontare uno di loro che gli ha rapito la figlioletta uccidendola davanti a lui che l’ha freddato a revolverate, ma ciò non basterà a ridargli la pace, tanto più che la moglie si suiciderà. Da quel momento lui sparisce, prende un nome nuovo, cerca riparo e rifugio nel paese toscano di Peccioli. Ma anche in questa amena città toscana un brutto giorno inizia una serie di delitti crudeli, spietati, rituali perché si ispirano al patrimonio artistico della cittadina. Viene chiamato a indagare il capitano Rambaldi, uomo di punta dei carabinieri, destinato a una fulgida carriera, e anche lui...

” IL FONDO DELLA BOTTIGLIA” di GEORGES SIMENON – ADELPHI- 16.O6.20

Questo romanzo appartiene al periodo americano di Georges Simenon, fu scritto nel 1948 e pubblicato l’anno seguente. Ne fu anche tratto un film con Joseph Cotten e Van Johnson.  Si dice che Simenon fosse rimasto particolarmente colpito dalla morte del fratello che si era arruolato nella Legione straniera cambiando così anche nome ed evitando perciò di compromettere il celebre fratello. Christian Simenon aveva collaborato con le SS in un eccidio ed era stato condannato a morte in contumacia. Morì a Tonchino a le madre non perdonò mai a Georges di averlo spinto ad arruolarsi nella Legione. Simenon scrisse allora i suoi romanzi più neri e più duri, La neve era sporca e Il fondo della bottiglia. In quest’ultimo conosciamo uno stimato avvocato...

” IL SIGILLO DELLE CENTO CHIAVI” di DANIELA TRESCONI- PANESI EDIZIONI- 14-06-2020

Una storia lunga oltre 400 anni, ambientata tra la Liguria e la Germania. Tutto ha inizio nel XVI secolo, in un paesino del golfo della Spezia. Due frati e un giovane novizio stanno abbandonando la cappella di San Bartolomeo delle Cento Chiavi alla marina ma prima hanno dato fuoco a tutto il complesso.  Portano con loro due teche, una è desti- nata a Francoforte, l’altra verrà nascosta nelle viscere della collina. Sarà il giovane novizio Sebastiano a dover portare la teca in Germania, ma all’insaputa del suo protettore Fra Girolamo, non sarà solo, parte con lui Camillea, che gli rivelerà di essere sua sorella, sono entrambi discendenti della nobile famiglia dei Visdomini, e così i due si metteranno in viaggio insieme. Il segreto del contenuto di...

” MORTE DI UN UOMO FELICE” di GIULIO FONTANA – SELLERIO 13.O6.202O

Milano, estate 1981. La stagione del terrorismo sta raggiungendo il suo apice e sta diventando sempre più feroce. Tra i magistrati impegnati in prima linea il giovane Giacomo Colnaghi, non ancora quarantenne. Ha creato un piccolo gruppo di inquirenti con altri due magistrati,  e si indaga su un gruppo eversivo che ha assassinato un politico demo- cristiano. Colnaghi è un uomo fortemente cattolico, ma la sua fede è molto intima, sofferta ,piena di dubbi e di domande. E’ di origini assai umili, suo padre era un operaio ucciso dai fascisti, ma lui è l’esempio di chi se vale può arrivare ovunque in una società “aperta”. Ha moglie e due figli, purtroppo il lavoro lo assorbe completamente, e ben poco è il tempo che può dedicare loro....

” FINO AL QUARTO PIANO” DI NICOLA RONCHI BERTONI EDITORE 9.05.2020

Tiziana, una vita felice, un marito Paolo, che ama riamata. un bambino che cresce e va a scuola, e poi la sua boutique, tra le più eleganti e di moda nella sua città. Tutto perfetto, ma una sera chiuso il negozio e rientrata a casa dove ci sono già il marito e il figlio, improvvisamente l’uomo da fuori di brutto, offendendo e minacciando lei e il bambino e but- tandoli letteralmente fuori di casa. Da quella famosa sera era passat0 del tempo, l’ex-marito aveva rifiutato ogni forma di riconciliazione, lei e il piccolo si erano stabiliti in un elegante residence e la vita aveva ripreso il suo corso. Una mattina Tiziana come ogni giorno alle otto scende le scale per accompagnare il figlio a scuola, a piano a terra mentre sta scambiando due parole con il...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui