Il Blog di Giuseppe Previti

Breve storia del giallo in Italia: Franco Enna (2)

Nel 1955 nei Gialli Mondadori esce “Preludio alla tomba” di Franco Enna, ambientato in America in una piccola cittadina dove muoiono misteriosamente tre personaggi e della loro morte viene accusata una donna. La trama dedica ampio spazio al processo intentato alla presunta colpevole, e  questo romanzo segna una novità nel cammino del giallo all’italiana, ovvero  un legal thriller costruito all’interno di un tribunale. Ci vorrà un bonario poliziotto di provincia per sventare il piano dell’astuto colpevole. Un altro elemento di novità è lo spazio concesso nella storia non soltanto alla parte gialla vera e propria ma  anche a una parallela storia d’amore. Al primo giallo segue poi “Tempo di massacro” protagonista...

Breve storia del giallo italiano: FRANCO ENNA (1)

Franco Enna (nella vita si chiamava Francesco Cannarozzo) è stato un autore di gialli di successo e anche di storie di fantascienza. Siciliano inizia scrivendo romanzi per la collana Urania della Mondadori, ed è il terzo italiano ad avere l’onore di partecipare a questa prestigiosa collana. Qualcuno dice che Enna era  favorito dal fatto di dirigere l’ufficio stampa dei periodici Mondadori e lo stesso si potrebbe dire anche per la pubblicazione dei suoi gialli.Ma si può obbiettare che Enna è stato considerato un autore di pregio e e meritevole quindi al di là dei suoi§ incarichi professionali. A Enna viene dato il merito di aver compreso che il giallo italiano doveva molto al suo contesto ambientale contrariamente alle affermazioni di grandi...

Breve storia del giallo in Italia: Sergio Donati (3)

A detta della critica del tempo e del successo presso i lettori Sergio Donati raggiunse il suo risultato migliore con Mister Sharkey torna a casa, un giallo assai originale, dove l’autore sapeva costruire una trama  molto reale e funzionale ma anche pervasa delle caratteristiche  che spesso si sono cercate e non sempre trovate nella nostra letteratura di genere, ovvero il giallo umoristico. Sharkey è un gangster americano che da Chicago viene rimandato in Italia nel suo paesino di origine in Sicilia. Sharkey rappresenta il prototipo del malavitoso americano, vestiti sgargianti, belle donne, tanti soldi, sprezzo del pericolo, pistola facile. Per lui arrivare nel sonnolento paesino è uno choc pur se è stato accolto con grandi onori, ma il ritrovamento di...

Breve storia del giallo in Italia: Sergio Donati

Ne ” I libri gialli” nuova serie usciva nel 1955 un romanzo giallo di un autore italiano, “L’altra faccia della luna”, autore appunto Sergio Donati. Era un giova- nissimo, aveva 22 inseriut anni, quando iniziò a scrivere gialli e venne scelto dal mitico Alberto Tedeschi per pubblicare nel Giallo Mondadori. Diversi produttori cinematografici sembravano interessati alla trasposizione cinematografica dei suoi testi ma non se ne fece nulla.  Successivamente la linea editoriale della Mondadori cambiò, si passò a scegliere autori che avrebbero dovuto assicurare grosse tirature e così scomparve il giallista Sergio Donati. Accantoniamo per ora il Donati giallista, Donati continua a scrivere e scrive  dei caroselli. Un giorno lo cerca...

Breve storia del giallo in Italia: Giuseppe Ciabattini (2)

Ma anche il nostro Tre Soldi aveva le sue simpatie in campo di gialli, era un fanatico delle storie gialle provenienti da Oltre Oceano. Del resto siamo tra gli anni cinquanta e sessanta e in Italia si fa molto riferimento a cosa avviene negli Stati Uniti, dal cinema alla televisione, dalla musica all’abbi- gliamento dal fumetto alla letteratura. E così anche il nostro intellettuale barbone non può che seguire la moda dilagante… E naturalmente nelle sue improvvisate vesti di investigatore il mito, il modello da seguire è quello dei detectives d’Oltre Oceano, loro sono stati i maestri del genere e per lui sono quelli a cui ispirarsi, anche se lui è cosciente di non  essere istruito, di non avere la preparazione per  sentirsi al loro...

Breve storia del giallo in Italia: Giuseppe Ciabattini

Giuseppe Ciabattini nasce a Aulla nel 1882, nella vita sarà attore, regista,commediografo,aautore radiofonico ma anche scrittore di libri gialli. Il suo primo romanzo poliziesco risale al 1956, Tre soldi e la donna di classe, dove i protagonisti sono due inconsueti detective, i mendicanti Tre Soldi e Boero. Questi due simpatici barboni in verità erano stati creati per la radio, siamo negli anni Trenta, poi Ciabattini  darà loro una veste letteraria, prima in alcuni racconti, poi in due romanzi. E che fossero nati per la radio lo dimostra il grande spazio dato ai dialoghi rispetto alla parte descrittiva. E proprio per la radio Ciabattini aveva scritto due serie di 6 episodi, con protagonista un bonario poliziotto , che fa dell’umanità e della...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui