Il Blog di Giuseppe Previti

“ZOO DI VETRO- di TENNESSEE WILLIAMS – REGIA ARTURO CIRILLO

Cast: Milvia Marigliano, Monica Piseddu, Arturo Cirillo, Edoardo Ribatto. Lo zoo di vetro fu definito dallo stesso autore Tennesse Williams un ” dramma della memoria”. Un dramma che è di duplice aspetto, assai realistico nella descrizione e nei rapporti tra i personaggi, ma completamente avulso dal tempo, in una commistione continua tra passato, presente e futuro, con il passato inteso come tempo del rimpianto ma anche nello stesso tempo futuro e presente. Lo zoo di vetro è un classico della drammaturgia americana  con uno sguardo penetratante e visionario di una famiglia americana degli anni ’40, ma a pensarci bene senza limiti di tempo e di spazio, adattabile a qualsiasi realtà, perché no, anche dei nostri giiorni. Al centro della vicenda...

” IL GIOCO DELLE PARTI” DI LUIGI PIRANDELLO- ADATTAMENTO ROBERTO VALERIO UMBERTO ORSINI MAURIZIO BALO’- regia di ROBERTO VALERIO

Cast: Umberto Orsini Alvia Reale Toto’Onnis Flavio Bonacci Carlo de Ruggeri Woody Neri Leone Gala è un personaggio filosofo che si è creato un proprio modo di vivere, ha capito il ” gioco della vita” e tende a vivere nella maniera più piana possibile, senza ribellarsi più di tanto. Appare invulnerabile e alla gioia e al dolore, ha trovato il suo equilibrio e la sua salvezza nell’estraniarsi dalla vita, anche se questa è pure la sua condanna. Leone Gala sta alla finestra e osserva la vita degli altri. Separato dalla moglie egli continua a essere ufficialmente il marito ma vive in un’altra casa distaccato da lei e dagli altri, Per salvare le apparenze ogni sera passa da casa, sente se ci sono novità e poi si ritira in casa con i...

” 7 MINUTI” DI STEFANO MASSINI- REGIA DI ALESSANDRO GASSMANN

Cast: Ottavia Piccolo, Eleonora Bolla, Paola Di Meglio, Silvia Piovan, Balkissa Maiga, Cecilia De Giuli, Olga Rossi, Stefania Ugomari Di Blas,Arianna Ancarani, Stella Piccioni, Vittoria Corallo. Oggi che la crisi economica ci attanaglia sempre più e di conseguenza i posti di lavoro sono sempre più incerti non è forse un caso che nel cinema i fratelli Dardenne ci parlino con Due giorni, una notte della odissea di una donna che sta per perdere il lavoro e quindi si batte per conservarlo mentre in teatro arriva 7 minuti un gruppo di donne, operaie e impiegate discute, litiga, si dilania sulle prospettive di mantenere il lavoro e accettare le propo- ste della direzione aziendale. E se ne parla appunto in questo lavoro scritto da Stefano Massini  , diretto...

I Grandi solisti: PAOLO FRESU

E’ praticamente impossibile parlare di Paolo Fresu e non parlare del sublime o dell’estasi. Si consideri tutto il mondo del jazz e si noti che ben difficilmente si può trovare un musicista moderno che come il grande trombettista coniughi in se stesso un continuo cammino evolutivo con un sempre vivo ed efficacissimo riferi- mento al passato. Del resto le qualità del grande musicista sardo hanno interessato altrettanti validissimi solisti, da  Uri Caine a Omar Sosa, da Carla Bley a Dhafer Youssef, da Richard Galliano a altri ancora, e l’essersi esibito con tutti loro ha permesso a Fresu di compiere una carriera veramente prodigiosa e anche varia. Abbiamo assistito recentemente a un concerto di Paolo Fresu a Pistoia, concerto eseguito insieme...

” SERVO DI SCENA” DI RONALD HARWOOD – REGIA DI FRANCO BRANCIAROLI

Cast: Franco Branciaroli, Tommaso Cardarell, Lisa Galantini, Melania Giglio, Violentina Violo, Daniele Griggio, Giorgio Lanza Servo di scena è tra i lavori che spesso ritroviamo in palcoscenico, non dimentichiamoci che è un cavallo di battaglia per grandi attori, in Italia Gabriele Lavia lo realizzò nel 1980 con la coppia Gianni Santuccio Umberto Orsini, mentre nel 1995 lo diresse Guglielo Ferro con protagonisti Turi Ferro e Piero Sammataro. Ma anche il cinema si è interessato a questo testo, se ne ricorda una edizione pluripremiata del 1983, regista Peter Yates, con Albert Finney e Tom Courtney. E’ un appassionato omaggio al teatro di prosa e alla sua gente, ricostruendo anche il clima di quell’epoca e rappresentandoci l’approccio alla...

” OSCURA IMMENSITA ” di MASSIMO CARLOTTO

Cast: Massimo Scarpati Claudio Casadio,  regia di  Alessandro Gassmann Oscura immensità nasce da un romanzo, L’oscura immensità della morte, di Massimo Carlotto, e viene portato in scena da una inedita coppia, Masimo Scarpati e Claudio Casadio, per la regia di Alessandro Gassmann. Temo della pièce la giustizia, la vendetta, il perdono, con un conflitto tra vittima e carnefice, anche se alla fine i ruoli sembrano interscambiabili, e quindi occorrerà decidere da che parte stare, anche in rapporto a come la società affronta il crimine.  Si può perdonare il colpevole di un crimine che sta scontando la pena dei suoi delitti ? E a chi tocca questa posizione, allo Stato o ai familiari della vittima ? E i familiari come si regoleranno, quale sarà...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui