Il Blog di Giuseppe Previti

” ROSALIA MONTMASSON” – L’angelo dei mille ” – di MARCO FERRARI- MONDADORI

Rosalia Montmasson era nata in un paesino dell’Alta Savoia nel 1823 per emigrare poi in Francia. Era la prima di una numerosa nidiata di fratelli e ben presto era dovuta emigrare in Francia, a casa sua troppe bocche da sfamare.  Nel 1849 incontra Francesco Crispi e da quel momento la sua vita cambierà radicalmente. Passerà alla storia come l’angelo dei Mille , essendo l’unica donna  sbarcata con i Mille di Garibaldi a Marsala, e qui si farà assai ben volere da tutti per abnegazione, spirito di sacrificio e dedizione verso i feriti. Tornando all’incontro con Crispi lo seguì in tutte le fasi della sua vita, condividendo i suoi soggiorni in esilio, da Londra a Parigi a Torino. Lei e il suo Francesco, anzi Francois come soleva...

” LA STORIA DI VIAREGGIO ” – DI POMELLA MARCO- TYPIMEDIA EDITORE

LA STORIA DI VIAREGGIO è un “VIAGGIO” in dieci capitoli che ci porta a scoprire dalle origini ai giorni nostri la città di Viareggio, considerata ancora oggi una delle Capitali del Carnevale, del turismo e della cantieristica navale. Ma Viareggio ha tutta una sua storia fatti di  secoli, di fatti, di episodi, di personaggi. Si parte dalla preistoria per arrivare agli anni duemila e come si vede da questo excursus a cavallo delle varie epoche ne esce un percorso che  tocca strade, piazze, spiagge.incontra personaggi, ricorda grandi eventi e piccole storie. Il libro è corredato da una serie di fotografie originali in bianco e nero che ci fanno vedere nel narrare la storia dei tempi passati come quegli stessi luoghi sono oggi. Per i Tipymedia editore...

” LA PRIGIONE DELLA MONACA SENZA VOLTO” DI MARCELLO SIMONI- EINAUDI

Nell’anno 1625 il papa a Roma è Urbano VII, un papa che aveva suscitato molte speranze , ben presto però fallite, basti dire che fu lui a consegnare Galileo all’)Inquisizione. Fu anche il Papa dell’immaginario, del barocco, in contrapposizione al reale, una città sotto una cappa opprimente che cancella ogni possibilità di rinnovamento. Un periodo  storico comunque assai importante, di qui il Papato, a Milano invece l’ombra della Spagna, e infatti anche un buon uomo come il cardinale Borromeo deve muoversi con molta circospezione. Tra i tanti che non sono contenti di come stanno andando le cose c’è frate Girolamo Stampa, inquisitore,che vanamente ha accusato Gabriele Saluzzo, ora libero da ogni accusa e trasferitosi subito a...

” LO CHIAMAVANO GLADIATORE” DI ANDREA FREDIANI- MASSIMO LUGLI NEWTON COMPTON ED.RI

Roma 1 sec.d.C: Siamo sotto l’imperatore Tito, Aurelio Cecina ha perso tutto, ha fatto fallire l’impresa che aveva ereditato dal padre per troppi debiti e oppresso dagli usurai finisce schiavo ed entra in una scuola per gladiatori. Qui dimostra di avere del talento ma è inviso a tutti i suoi colleghi che lo umiliano in continuazione.Lo aiuterà Clovia ,una matrona moglie di un senatore, che gli farà ingerire una pozione misteriosa che serve a potenziare gli atleti. Roma giorni nostri: Valerio è un gioielliere fallito e raggirato, lasciato dalla moglie si arrangia per campare, quando si innamora di una prostituta. e allora per riscattarla e mantenersi lui stesso si trasforma in combattente di incontri  di arte marziale clandestini. Egli stesso si...

“L’UGUAGLIANZA DELLE OSSA ” DI VINCENZO MARIA SACCO – a.l.a.LIBRI

Siamo nel 1700 a Napoli capitale di un Regno di vaste proporzioni e tra le città più popolose d’Europa.Facciamo la conoscenza di un commissario di polizia, anzi il suo titolo esatto è “giudice commissario”, Francesco Filangeri. Lo vediamo all’opera in quattro episodi che si svolgono tra il 1793 e il 1799. Seguirà la restaurazione borbonica dopo il breve periodo della Repubblica napoletana. I personaggi, in una città dove è tutto vissuto con estrema passione e quindi la “napoletatinità” la trovi nel pensare, nel parlare, nell’agire,si comportano sempre con estrema focosità. Il commissario Filangeri pur con pochi uomini e pochi mezzi si trova ad affrontare problemi sempre più ardui, ma come è tipico di Napoli, ci...

” ROMOLO IL PRIMO RE” DI FRANCO FORTE GUIDO ANSELMI- MONDADORI

Questa storia inizia a Albalonga nel 772 a.C,, quando nel tempio di Vdeta giacciono Rea Silvia e il suo giovane amante, lo schiavo del re Amulio, Terazio. Da questa unione nasceranno due gemelli, Romolo e Remo. Ma nel frattempo il perfido re che è anche l’amante della ragazza ha scoperto che Rea Silvia lo tradisce ,lei si difende dicendo che l’ha posseduta il Dio Marte. I sacerdoti le credono ma non il malvagio sovrano che la farà morire dopo il parto, ordinando poi di gettare i gemelli nel Tevere. Inizia dopo questi fatti la storia di Romolo e Remo, una storia intrisa di difficoltà, di odii, di violenze ma anche ricca di amore, di speranze, di redenzione. Fin da piccoli i due dovranno preoccu- parsi delle malvagità del mondo che li circonda,...

” QUINTO COMANDAMENTO” DI VALERIO MASSIMO MANFREDI- MONDADORI

Un uomo viene ricoverato in condizioni disperate all’ospedale di Imola quando si presenta un uomo dal- l’aspetto quanto meno inquietante, un giaccone di pelle nera, rayban fissi sul naso, anfibi ai piedi.Lo strano figuro incurante dei divieti si precipita nella stanza dove è ricoverato avvelenato e tenuto in vita dalle macchine Don Marco Giraldi. E’ un sacerdote, missionario, ha vissuto moltissimi anni all’estero prima in Congo e poi in Amazzonia. E qui è riuscito s fuggire ai sicari delle multinazionali che non gli perdonavano di battersi per impedire la distruzione delle foreste amazzoniche.E per provare i pericoli che correvano i nativi non aveva esitato a portare via le prove pur esponendosi in prima persona alle esalazioni...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui