Il Blog di Giuseppe Previti

” SHERLOCK HOLMES E L’ANELLO DEL VATICANO” DI ENRICO SOLITO-IL GIALLO MONDADORI

SHERLOCK HOLMES convoca in Baker Street il dottor Watson, dovranno partire per Roma il più presto possibile. Infatti dopo una visita a Holmes del cardinale Newmann e un messaggio in codice del Papa all’investigatore urge la loro presenza a Roma. Qui Holmes è aspettato da una sfida eccezionale da cui può dipendere il destino del Papa e della chiesa Romana. Soltanto SHERLOCK HOLMES , infatti,con la sua razionalità e sagacia può affrontare un gruppo di nemici ignoti e pericolosis- simi e nello stesso tempo sciogliere i tanti enigmi che si celano tra i misteri del passato. E per raggiungere questo scopo Holmes ha bisogno dell’aiuto del DOTTOR WATSON. E così nello sviluppo della trama troviamo Templari e Rosacroce, ma anche delle profezie legate al...

” L’OMBRA DEL CAMPIONE” DI LUCA CROVI-RIZZOLI

Milano era detta la citta della LIGERA, ovvero una città di borseggiatori patentati, di provetti scassinatori, tutti grandi artisti nel loro ramo, ma anche abili nel non sconfinare mai in misfatti più grandi. Ma un editto del fascismo nell’anno 1928 porta a regole severissime per ripristinare l’ordine ovunque e quindi anche per la mala milanese si fa dura.Uno dei commissari di punta della questura milanese è un commissario che legge Platone e mangia la cassoeula e la busacca, nell’ambiente il commissario De Vincenzi è conosciuto come ” il poeta del crimine”. Gira molto a piedi il nostro commissario , lui è venuto a Milano dalla Val d’Ossola, si è ambientato bene nella città meneghina, anche se al primo impatto è stato...

” RISCOPRENDO….MARIO SOLDATI

Di MARIO SOLDATI oggi non si sente parlare molto, peccato, perché è stato un personaggio assai poliedrico, dai molteplici interessi, letterari, musicali, storici, geografici, anzi si potrebbe definirlo un uomo estremamente “curioso”. Aveva il dono di scrivere o condurre programmi televisivi o realizzare dei film per dare “felicità”. Così infatti diceva di lui LEONARDO SCIASCIA ma era anche una sensazione reciproca.Si stimavano, si volevano bene,anche perché c’era un’altra cosa che li accomunava, entrambi non solo amavano il giallo,il poliziesco ma ne avevano scritto con grande soddisfazione dei loro lettori. Un critico di grande levatura come Cesare Garboli diceva che in molti dei suoi scritti SOLDATI arrivava sempre a...

” IL CANARO DELLA MAGLIANA” DI MASSIMO LUGLI ANTONIO DEL GRECO- NEWTON COMPTON EDITORI

Questa è una storia vera, quella del c.d. Canaro della Magliana, rivista in forma di romanzo (“Il Canaro della Magliana”) dal poliziotto che lo arrestò, e del giornalista Massimo Lugli, un’autorità nel mondo del thriller italiano. Un cadavere smembrato e semicarbonizzato è stato rinvenuto in una disdcarica della Magliana, presenta segni orribili di torture ed è assolutamente irriconoscibile. L’inchiesta della polizia si rivela subito molto difficile, e passeranno giorni prima che il cadavere sia identificato.E le indagini condotte dalla Squadra mobile,dove spicca la giovane ispettrice Angela Blasi,porteranno alla cattura del colpevole, il proprietario di una toilette per cani, subito ribattezzato come “Il Canaro”. Fa da...

” LA NOTTE DELLE STELLE CADENTI” di BEN PASTOR- SELLERIO

Il 9 luglio 1944 il tenente colonnello Martin Bora arriva dal fronte italiano a Berlino per partecipare ai funerali dello zio, un illustre clinico inviso al regime. Qualcuno dice addirittura che sia stato ucciso. Per Martin l’occasione di rivedere la madre Nina, e tanta altra gente, ma l’incontro che potrebbe essere il più pericoloso in prospettiva è quello con Arthur Nebe, il capo della polizia criminale. Ma questi lo ha convocato per affidargli un incarico assai delicato,quello di investigare sull’assassino di Walter Niemeyer, alias Sami Mandelbaum, ebreo egiziano, alias Magnus Magnusson, astrologo scandinavo, ma meglio noto come il mago di Weimar, il “veggente dell’alta società “.Martin si chiede perché è toccato a lui ...

” NESSUNO DORMA …FUORI” DI PASQUALE SGRO’-MAURO PAGLIAI EDITORE

In un’estate versiliese particolarmente calda due morti interrompono il quieto vivere (si fa per dire….)dell’estate viareggina, Due decessi apparentemente sconnessi tra loro, dovuti non si sa bene se a tragica fatalità o a tentati suicidi, ma ben presto le cose appariranno diverse. Nelle due morti ci sono molti elementi comuni, il che può portare a ipotizzare due omicidi. In una villa che ospita un teatrino è di scena un testo d’avanguardia dove il protagonista, un giovane attore, deve morire suicida in suicida, ma la sorpresa è che muore veramente impiccato. Frattanto un altro giovane, all’apparenza un bar- bone, è ripescato nel canale Burlamacca. Si pensa a due suicidi, ma come già detto affiorano molti dubbi su come siano...

” FATE IL VOSTRO GIOCO” di ANTONIO MANZINI-SELLERIO

Un uomo ,già “ispettore di gioco” al Casinò di Saint-Vincent, viene trovato ucciso con due coltellate nel suo appartamento, ha in mano una fiche di un alto casinò.Rocco Schiavone intuisce che la vittima ha voluto lasciare un messaggio e quindi si immerge in un mondo particolare, quello della ludopatia, popolato da tanti personaggi, gente soffocata dai debiti di gioco, strozzini,affaristi senza scrupoli che speculano sui vizi degli altri, bari, criminali., Addirittura scoprirà che sono coinvolti in questo losco giro di sfruttatori e disperati un giovane collega e la vicina di casa, la madre di Gabriele, il ragazzo con cui ha fatto amicizia. Studiando quel mondo e ricostruendo le varie fasi dell’omicidio riesce a capire come individuare e...


Per leggere e stampare Diari di Cineclub clicca qui